annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Bisogna fare molta attenzione.

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (42%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
    Non conosco l'America, ma da quel poco che vedo e che sento, a me non sembra il paradiso dove ogni cosa è perfetta. In Italia con qualche sacrificio a caccia ci possiamo andare tutti o quasi, senza pagare affitti o comprare terreni. In Italia ci sono delle leggi che vanno riviste, ma non per questo bisogna fare di tutta l'erba un fascio.
    Be', qui dipende dallo stato. In molti stati ci sono milioni di ettari di terreno pubblico dove chiunque puo' cacciare. In Alabama ce ne sono pochi, nel Texas non ce ne e' quasi niente. Ma dove ci sono terreni pubblici non costa niente cacciare. Inoltre molti proprietari di terreni privati permettono la caccia a terzi, previo rilascio di permesso scritto gratis. Nel Montana ho cacciato per sette anni su terreni privati senza pagare un soldo. Magari uno si offre di aiutare il proprietario qualche mese prima della stagione di caccia a riparare recinti, o a tagliare le erbacce, o fare qualche altra cosa, e di spartire la selvaggina con lui. Molte compagnie che posseggono enormi appezzamenti boschivi dove tagliano e ripiantano alberi per le industrie che usano legname rilasciano permessi gratis perche' vogliono sapere chi frequenta i loro possedimenti in caso di incendi, vandalismi, ecc. Poi i vari dipartimenti di stato contrattano con i proprietari terrieri perche' permettano l'accesso a terreni pubblici attraverso i loro terreni privati. La ragione per cui moltissimi cacciatori optano per l'affitto, da soli o con amici, di terreni di caccia e' che cosi' si elimina del tutto la concorrenza, si possono mettere capanni permanenti che vengono usati soltanto dagli affittuari, si possono coltivare dei campetti con raccolti a perdere per attirare la selvaggina o sistemare qualche stagno o laghetto per gli acquatici, ecc. In pratica si costituiscone delle riserve piu' o meno grandi, senza dover ottenere permessi governativi e pagare tasse come da voi, che avete pure l'obbligo di mettere paline, recinzioni, ecc. e che aumentano il costo della gestione. Noi (alcuni miei amici ed io) sul terreno che affittiamo abbiamo messo dei capanni, coltiviamo qualche campetto per raccolti a perdere, abbiamo distributori automatici di granturco e una decina di cartelli di plastica nei punti d'accesso che vietano l'ingresso ad altri. Poi da noi la licenza di caccia costa quasi niente o e' gratis per quelli d 65 anni o piu' d'eta' (60 in Alaska), non 450 Euro come da voi, il che ci permette di utilizzare quei soldi per contribuire all'affitto. No, l'America non e' un Paradiso venatorio, ma di certo e' tanto migliore, da quel punto di vista, di altri paesi. E non abbiamo scherani del WWF e sicofanti della LIPU, Slegambiente o LAV mascherati da guardiacaccia a romperci le palle quando cacciamo. E i "marciatori anticaccia" e animalisti vari che cercano di sabotare la caccia sono rarissimi e se ci provano vengono arrestati e processati penalmente, e poi i danneggiati gli fanno anche causa civile per i danni.
    CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

    COMMENTA

    Pubblicita STANDARD

    Comprimi

    Ultimi post

    Comprimi

    Unconfigured Ad Widget

    Comprimi
    Sto operando...
    X