annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

dal 2017 divieto di utilizzare il piombo

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • dal 2017 divieto di utilizzare il piombo

    Ciao ragazzi, qualche giorno fa ho letto un articolo che dava per certo e definito il divieto di utilizzare munizioni contenenti piombo a partire dal 2017... a me sembra follia... voi avete qualche informazione?
    Verona ATC 5 Tartaro

  • #2
    se e dico se fosse cosi' sarebbe la fine della piccola selvaggina.non ci siamo
    w la caccia

    COMMENTA


    • #3
      sarebbe una assurdità ma visto chi ci comanda prima o poi bisognerà cominciare a convincerci che possa diventare realtà......magari con tempistiche meno stringenti.
      Claudio

      COMMENTA


      • #4
        Questa storia deil' inquinamento da piombo per colpa delle cartucce usate a caccia è una mera bufala. L'inquinamento è dovuto in primo luogo alle batterie per auto, poi alle schermature anti radiazioni nei laboratori in cui vengono usati isotopi radioattivi e dalle schermature degli studi radiologici. Solo dallo 0,1 all' 1% di questa forma di inquinamento è dovuta ai pallini di piombo. Evitiamo questa insignificante quota e lasciamo il 99,9% del resto. Secondo me dietro questa manovra c'è la lunga mano degli animalisti e degli anticaccia perché vietare i pallini di piombo significa bloccare tutte quelle caccie ai piccoli migratori e per le altre cacce per avere dei risultati soddisfacenti bisognerebbe usare munizioni caricate con pallini al tungsteno con costi veramente esorbitati, e non solo, molti fucili non proprio dell'ultima generazione con canne a strozzatura fissa (1* e 2*) non possono sparare queste munizioni quindi o si acquista un nuovo fucile o si lascia perdere. A conti fatti quanti cacciatori in attività resterebbero? Molto pochi e sarebbe la fine della caccia in Italia.

        COMMENTA


        • #5
          Che il piombo inquini sarà vero, ma in che percentuale? Specialmente quello dei cacciatori. E che questo si sappia è cosa nota, ma non vedo nessuno che con dati alla mano ostacoli questa decisione.
          Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
          Sta il cacciator fischiando
          sull'uscio a rimirar..........

          COMMENTA


          • #6
            Mio padre ha da poco compiuto 87 anni. Prima che io nascessi ebbe un incidente di caccia, scivolò e si sparò su un piede. Alcuni pallini sono rimasti tra le ossa perchè non fù possibile torglierli ed ormai ornano le radiografie. Inoltre ha diverse otturazioni dentarie con il pericolosissimo piombo. Nell vita ha fatto lo " stagnaro " ...... gergo romano per definire l'idraulico .... in quanto sino a pochi hanni fà, tutte le tubazioni di acqua ( soprattutto potabile ) erano realizzate in piombo e saldate con lo " stagno ". Di queste saldature mio padre ne avrà fatte migliaia. Ancora oggi l'acqua potabile in molte zone di Roma è condotta all'utenza casalinga tramite tubazioni in piombo.

            cosà fanno i nostri governanti ???? spendono i soldi dei contribuenti per riunirsi e sentenziare il bando del piombo che è velenoso per la selvaggina !!

            Ma annate tutti a pjeavelainderculo ....... se invitavate il quasi novantenne mi babbo ( che gode di ottima salute ) ve lo spiegava lui quanto sia inquinante !!
            sigpic

            ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


            COMMENTA


            • #7
              strano i paesi del nord europa sono tornati al piombo norvegia credo, un motivo ci sara'.
              QUESTA VITA MI STA FACENDO LA GUERRA...... MA NON SA CHE PROPRIO LEI MI HA FATTO GUERRIERO. SEMPRE CON NOI MAURO

              COMMENTA


              • #8
                in Norvegia si sono resi conto che l'inquinamento dovuto ai pallini di piombo usati a caccia era talmente minimo che tanti anni di bando al piombo non hanno portato a nessun risultato in cambio però ci sono stati molti incidenti dovuti a rimbalzi sia nell'acqua che sul terreno per la selvaggina poi succedeva che andavano a morire lontani e parecchi feriti morivano dopo giorni allungando la sofferenza dello stesso. su questi risultati si dovrebbe riflettere prima di fare leggi assurde la cosa negativa è che la Norvegia non fa parte dell'europa e non ha voce in capitolo. billy61.

                COMMENTA


                • #9
                  assurdo il piombo che inquina è solo quello delle cartucce!!!!!!!! ma........ forse ci sono dietro forti inetressi economici per esempio vendere fucili nuovi ecc. ecc.se nò non si spiegano ste cazzate. comunque sempre w la cacia

                  COMMENTA


                  • #10
                    Non ricordo dove l'ho letto,ma dallo studio accurato di un'ente svizzero,è emerso che l'inquinamento da pb a scopo venatorio ha valori veramente irrisori nei confronti dell'ecosistema.
                    Credo che se si prenderà questa strada sia per altri fini,mascherati da questa balla galattica.
                    "Caro amico ti scrivo...così mi disdraggo un pò...ma siccome sei molto lontano più forte ti scriverò........."
                    Maurè per sempre nel mio cuore.
                    Buon viaggio amico mio.

                    COMMENTA


                    • #11
                      Io comincerei con almeno dimezzare la dose dei pesticidi usati nei terreni.. Poi è colpa dei cacciatori che animali come le allodole stanno via via scomparendo di anno in anno!

                      COMMENTA


                      • #12
                        Originariamente inviato da solengo Visualizza il messaggio
                        Questa storia deil' inquinamento da piombo per colpa delle cartucce usate a caccia è una mera bufala. L'inquinamento è dovuto in primo luogo alle batterie per auto, poi alle schermature anti radiazioni nei laboratori in cui vengono usati isotopi radioattivi e dalle schermature degli studi radiologici. Solo dallo 0,1 all' 1% di questa forma di inquinamento è dovuta ai pallini di piombo. Evitiamo questa insignificante quota e lasciamo il 99,9% del resto. Secondo me dietro questa manovra c'è la lunga mano degli animalisti e degli anticaccia perché vietare i pallini di piombo significa bloccare tutte quelle caccie ai piccoli migratori e per le altre cacce per avere dei risultati soddisfacenti bisognerebbe usare munizioni caricate con pallini al tungsteno con costi veramente esorbitati, e non solo, molti fucili non proprio dell'ultima generazione con canne a strozzatura fissa (1* e 2*) non possono sparare queste munizioni quindi o si acquista un nuovo fucile o si lascia perdere. A conti fatti quanti cacciatori in attività resterebbero? Molto pochi e sarebbe la fine della caccia in Italia.
                        e i tubi dell'acqua?
                        dell'acqua che noi beviamo?
                        Dai per scontato che ciò che dai per scontato è sbagliato

                        COMMENTA


                        • #13
                          Eh si! E ce ne sono ancora tanti do impianti cosi.

                          COMMENTA

                          Pubblicita STANDARD

                          Comprimi

                          Ultimi post

                          Comprimi

                          Unconfigured Ad Widget

                          Comprimi
                          Sto operando...
                          X