annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

PSF* e PSF**

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Zoom Testo
    #16
    Originariamente inviato da Francesco.. Visualizza il messaggio
    il fucile l'ho acquistato nel 2012 da un amico che conosco molto bene e che lo ha acquistato nel 2001 e non ha apportato modifiche di nessun tipo.

    Allora se vuoi chiarimenti non ti resta altro che telefonare in Ditta e chiedere spiegazioni in merito ..

    COMMENTA


    • Zoom Testo
      #17
      Salve a tutti.
      Se parliamo di superleggeri ho un Franchi 48 al costruito nel 1973 (punzonatura XX9), ed è PSF**, con certificato di prova a 1200 kg\cm2, cioè quasi 1177 bar, quindi, l'anno di fabbricazione credo sia poco significativo

      COMMENTA


      • Zoom Testo
        #18
        Anch’io ho un Falconet anni ‘70 che è PSF**
        Goya del Narniensis

        COMMENTA


        • Zoom Testo
          #19
          Dove lo trovate il marchio PSF * o ** sulle canne?
          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

          COMMENTA


          • Zoom Testo
            #20
            Originariamente inviato da giovannit. Visualizza il messaggio
            Dove lo trovate il marchio PSF * o ** sulle canne?
            in genere sotto l’astina.
            ora il giglio lo mettono pure sull’otturatore alcuni fucili, più le brutte scritte in inglese sulla canna verso la camera di scoppio dei semiauto
            "In tutto il mondo l'onore è sceso di prezzo, perché al giorno d'oggi è una merce difficile da vendere"

            COMMENTA


            • Zoom Testo
              #21
              Originariamente inviato da Franky@ Visualizza il messaggio

              in genere sotto l’astina.
              ora il giglio lo mettono pure sull’otturatore alcuni fucili, più le brutte scritte in inglese sulla canna verso la camera di scoppio dei semiauto
              La mia Iside della FAIR (Isidoro Rizzzini ) non ce le ha. Scommetto che e' stata "bancata" negli U.S. Ma guardero' di nuovo. Ci sono dei marchi sulla parte inferiore del monobloc, ai lati dei tenoni, ma non PSF con uno o due asterischi.
              CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

              COMMENTA


              • Zoom Testo
                #22
                Ho trovato una punzonatura microscopica su una canna, sotto l'astina, vicina al monobloc, ma non sono riuscito a decifrarla.
                CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                COMMENTA


                • Zoom Testo
                  #23
                  Le canne che hanno il giglio possono sparare acciaio. E' meglio attenersi a quello che è scritto sulle scatole delle cartucce, i fucili con PSF* non devono sparare cartucce dove sulla scatola c'è la scritta PSF**. Sparando sempre cartucce con pressioni superiori il fucile si potrebbe usurare prima. Visto che la prova viene fatta al doppio delle pressioni, difficilmente potrebbe scoppiare la canna, con una grammatura di piombo che non supera i 36 grammi.
                  Franky@ e kim-lea piace questo post.

                  COMMENTA


                  • Zoom Testo
                    #24
                    Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                    Le canne che hanno il giglio possono sparare acciaio. E' meglio attenersi a quello che è scritto sulle scatole delle cartucce, i fucili con PSF* non devono sparare cartucce dove sulla scatola c'è la scritta PSF**. Sparando sempre cartucce con pressioni superiori il fucile si potrebbe usurare prima. Visto che la prova viene fatta al doppio delle pressioni, difficilmente potrebbe scoppiare la canna, con una grammatura di piombo che non supera i 36 grammi.
                    le canne non possono scoppiare con nessuna cartuccia in commerco, perchè alla fine alla peggio raggiungono i 900/950bar quelle più "estreme".
                    ben lontane dal limite tecnico dell'acciaio di qualsiasi fucile semi-moderno persino psf*, se questo non ha camolature o difetti gravi.

                    pure l'acciaio, con l'accortezza minima di usare strozzature larghe, non dovrebbe fare danni in realtà. o almeno non mi risulta.

                    il problema non è neppure secondo me di tenute, perchè bene o male otturatore etc reggerebbero, come giustamente dici potremmo dover fare qualche riparazione prima del previsto a lungo andare.

                    il problema è ASSICURATIVO.
                    Conosco bene i periti balistici, per ragioni di lavoro.
                    e se una munizione indica delle specifiche e usata in modi differenti dal previsto, ogni accidente che dovesse capitare sarebbe negligenza.
                    Detto da uno che ha scamerato un italianissimo 410 nuovo con una cartuccia italianissima appena acquistata, rischiandoci la faccia
                    germano56 piace questo post.
                    "In tutto il mondo l'onore è sceso di prezzo, perché al giorno d'oggi è una merce difficile da vendere"

                    COMMENTA


                    • Zoom Testo
                      #25
                      [QUOTE=Franky@;n1969027]

                      le canne non possono scoppiare con nessuna cartuccia in commerco, perchè alla fine alla peggio raggiungono i 900/950bar quelle più "estreme".
                      (omissis)

                      Dici? Io ho delle vecchie cartucce Remington "Hevi-Shot" cal. 12/70 che sulla scatola e su ogni cartuccia hanno la scritta 1050 BAR, e non mi sembravano "estreme" come rinculo, anche se avevano una carica di pallini di un'oncia e un quarto. Ma le sparavo in un automatico a recupero di gas, e forse se le avessi usate in un pompa o una doppietta o in un inerziale avrei notato un forte rinculo. Erano quelle che in Italia chiamano "Baby Magnum." Erano micidiali per le anatre anche a 50 metri e forse piu'. Impartivano uno shock tremendo alle papere, che passavano da parte a parte a meno che non incontrassero una delle ossa piu' spesse e forti. Me ne sono rimaste una discreta quantita', che conservo gelosamente per chissa' quale ragione. Non esistono piu' in commercio. A quei tempi la ditta "Hevi-Shot" era collegata alla Remington, che aveva l'esclusiva sui loro pallini. Poi le due ditte si separarono, la Remington comincio' a produrre i suoi pallini al tungsteno (non so se ancora vende cartucce cosi' caricate), e l'Hevy-Shot comincio' a fabbricare e vendere le sue cartucce, sia con pallini al tumgsteno da soli (quelle da 76mm che uso per i tacchini) che altri metalli, o mescolanze di pallini al tungsteno e di altri di ferro per renderne il prezzo piu' basso. Non conosco le pressioni delle cartucce di oggi. A giudicare dalle 12/76 che uso per i tacchini il cui rinculo te fa' in*****ni' la pressione deve essere piuttosto alta. E costano, costano tanto--ma per un tacchino il costo della cartuccia e' del tutto irrilevante. Se costassero 15 dollari l'una le comprerei lo stesso. Tanto ne sparo pochissime.
                      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                      COMMENTA


                      • Franky@
                        Franky@ commentata
                        Modifica di un commento
                        i 12/76 sono psf** per definizione... e il max 1050bar non significa che raggiungano quella pressione mediamente, anzi sono ben poche le hp/hv (ovviamente 12/70) che raggiungono i 950bar medi (dichiarati)

                      • giovannit.
                        giovannit. commentata
                        Modifica di un commento
                        Si', Franky, capisco. Ma quelle cartucce sono 12/70, percio' sparabii anche in fucili non magnum.
                        Ovviamente il PSF e' l'abbreviazione di "Polveri Senza Fumo, quindi tipicamente italiana. Non la troverei mai su fucili Made in U.S.A. o altri paesi anglofoni, o armi prodotte per l'esportazione a tali paesi.
                        Ma mi domando: non sono tutti i lisci, anche 12/70, a meno che non si tratti di antichita' con canne di Damasco o a tortiglione, capaci di sopportare qualsiasi pressione, anche 1000 BAR? Dopo tutto vengono bancati con cartucce da prova che sviuppano pressioni molto piu' alte. Forse si usureranno e "scateneranno" prima di quelli con due asterischi, ma addirittura scoppiare? Ne dubito. Invece esiterei a sparare cartucce "toste" in fucili antichi, o in fucili semplicemente vecchi che sono stati alesati per eiminare (nascondere) le camolature.

                        Andando un po' fuori tema, nel reame delle armi corte esiste una differenziazione fra cartucce +P e +P,+ che denota una pressione piu' alta del normale. Per esempio, nel cal. 9mm vedrai sulla scatola "9mm" se si tratta di cartucce dalla pressione normale, +P se e' piu' alta del normale, e +P+ se la pressione e' molto piu' alta. Nel manuale d'operazione accluso all'arma all'acquisto la fabbrica puo' consigliare di evitare le +P e/o le +P+ in quella particolare pistola. Ma non perche' esploderebbe, ma potrebbe essere sottoposta a danni e logorio prematuri. Per esempio, la mia pistolina tascabile Ruger LC9S 9mm e' fra quelle per la quale cartucce ad alta o altissima pressione per quel calibro non sono consigliabili. Altre pistole, come tutte le 1911 .45 ACP e 9mm, possono sparare dalle cartuccine da tiro a segno alle +P+ a seconda della molla usata. Se si sparano cartucce "maggiorate" con una molla da cartuccine fiacche, il carrello sbatte troppo forte all'indietro, e ci possono essere danni alla carcassa, e ad altre parti interessate.Al contrario, quando si sparano cartuccine da tiro a segno, una molla maggiorata non permettera' al carrello di completare il suo viaggio retrogrado, causando inceppamenti (mancata o incompleta estrazione del bossolo, o mancata inserzione di una nuova cartuccia in canna).

                      • Franky@
                        Franky@ commentata
                        Modifica di un commento
                        Giovanni: no, non tollerano tutti 1k bar.
                        i damasco no di certo.
                        i psf* probabilmente sì, pure ripetutamente, se ben conservati…ma con una possibile certa usura precoce.
                        psf** e giglio dovrebbero tollerare un po’ tutto, a patto di usare strozzature non sotto le *** e meglio **** (tanto inutile sparare acciaio su canne strozzate, la rosata è stretta di suo e comunque ammacca poco dopo i 30m)

                    • Zoom Testo
                      #26
                      Originariamente inviato da giovannit. Visualizza il messaggio
                      Dove lo trovate il marchio PSF * o ** sulle canne?
                      Attenzione ad un particolare: dal 2014 le marcature PSF* e PSF** sono state sostituite dei nuovi marchi rispettivamente:
                      CIP-N (con la N sotto la scritta CIP) per la prova PSF*
                      CIP-S (con la S sotto la scritta CIP) per la prova PSF**
                      Franky@, oreip e flou piace questo post.

                      COMMENTA


                      • Zoom Testo
                        #27
                        Originariamente inviato da lucas Visualizza il messaggio
                        Ma la vera domanda è...: a che serve sparare cartuccioni da 42 grammi nella caccia vagante con il cane da ferma? Anche 36 sono troppi. Una buona ed equilibrata carica di 32/34 grammi ti consente di abbattere qualsiasi selvatico e spari meglio, senza prenderti sventole dal calcio.
                        Sante parole, mi hanno regalato un pacco da 25 cartucce PM40 della Nobel Sport. Sparate zero, scaricate tutte per recuperare il piombo e la polvere Tecna.
                        piero
                        NON SI DISCUTE PER AVERE RAGIONE MA PER CAPIRE
                        " Jorge Luis Borges "

                        COMMENTA


                      • Zoom Testo
                        #28
                        Sparare cartuccioni di 42 grammi possono servire come non possono servire. Allo stesso modo si può dire delle cartucce di 32 grammi. Tutto dipende dall'impiego, dall'ambiente, dall'arma e dal selvatico che stiamo cacciando con il cane da ferma. Tirare 32 grammi con contenitore in una canna raggiata, sulla beccaccia, sotto la ferma del cane, è come buttare via una buona cartuccia, meglio tirare 32 grammi senza contenitore in una canna cilindrica. In una canna raggiata il minimo indispensabile sono 36 grammi di piombo con contenitore anche sotto ferma del cane.
                        oreip e Franky@ piace questo post.

                        COMMENTA


                        • Zoom Testo
                          #29
                          Originariamente inviato da oreip Visualizza il messaggio

                          Sante parole, mi hanno regalato un pacco da 25 cartucce PM40 della Nobel Sport. Sparate zero, scaricate tutte per recuperare il piombo e la polvere Tecna.
                          piero
                          alle lunghe distanze, specialmente piombi grossi, c’è necessità di guarnire le rosate e perciò ben vengano i cartuccioni.

                          come pure alle medie, se disperse da bior o croisillon, pallini medi e 36g aiutano a non lasciare buchi o a compensare il folto e foglie.

                          il problema del rinculo dovuto alla grammatura è inesistente se si sparano pochi colpi e devono andare a segno, come col cane o in palude.
                          Ai tordi invece non penso tirerei più di 33/34g, anche pure per un fatto di costo

                          oreip piace questo post.
                          "In tutto il mondo l'onore è sceso di prezzo, perché al giorno d'oggi è una merce difficile da vendere"

                          COMMENTA

                          Accedi o Registrati

                          Comprimi

                          Pubblicita STANDARD

                          Comprimi

                          Ultimi post

                          Comprimi

                          Sto operando...
                          X