annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Camere 70/76/89 e prestazioni

Comprimi

Sostieni Mygra per la stagione venatoria 2020/21 - Offrici un caffè

Comprimi
Ciao, Ospite! Subito per te l'attivazione automatica dell' Account Premium per tutto l'anno! A partire dal N/A Ora: N/A
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Franky@
    ha risposto
    Originariamente inviato da Franky@ Visualizza il messaggio
    https://www.migratoria.it/forum/foru...-e-prestazioni
    https://www.migratoria.it/forum/foru...utilizza-12-89https://www.migratoria.it/forum/foru...utilizza-12-89

    posso approfittarne per crosspostare un altro problema che mi assilla?
    la camera di scoppio.

    Wildhunters in un video riguardo 12/70 e /1276, con una prova molto semplicistica, ne liquida la differenza di prestazioni, per lo meno per le cartucce con contenitore.
    poi però in comment, asfalta i fucili 89 come assolutamente inutili e severamente controproducenti.
    https://www.youtube.com/watch?v=mkB_SApqugA

    ribadisco come produttori di armi, cartucce e armieri dichiarino che per le cartucce con contenitore la differenza sia inesistente, ed esistente ma trascurabile per quelle con borraggio (chimico, tradizionale o dispersante).
    Rimango perplesso dalle tesi sostenute e dai modi per dimostrarle

    tutti preoccupati di 5cm di canna e non del fatto che, nonostante spariamo praticamente tutti ancora cartucce da 70mm, TUTTI i fucili in vendita di nuova fabbricazione siano 12/76 (e qualche 89 specifico per anatre e tacchini?)
    mi quoto da solo per tornare qui in-topic.
    rimango perplesso della completa promozione del 12-76 tuttacaccia..e della bocciatura del 12/89.
    senza neppure test in merito.

    Oltretutto non ci hanno fatto vedere il 12/76 come ci comporta con cartucce da 65-67mm...o con cartucce a borra tradizionale, bior o dispersante.
    alcune ditte sostengono che sia in 76 che 89, con borre/contenitore plastiche di qualsiasi tipo non ci sono problemi, mentre in entrambi i casi ci sono perdite con bossoli corti + borretta.

    Lascia un commento:


  • Franky@
    ha risposto
    non ho mai capito il fatto della passata e energia in esubero.
    Per la fisica, un proiettile che rimane infisso dovrebbe trasmettere maggiore energia cinetica al bersaglio..eccetto che se un pallino trapassa il bersaglio probabilmente rompe più organi, vasi e ossa nel tragitto, infliggendo notevole shock.
    Non basta/ non funziona la teoria sull'energia ceduta a spiegare gli effetti biologici di un proiettile.

    ps: divagando sulla balistica terminale da bar, la storia poi degli uccelli sanguinanti o meno come efficacia della cartuccia sinceramente è abbastanza fantasiosa.
    Dipende non solo dall'arresto cardiocircolatorio più o meno immediato all'impatto...ma anche da cosa perforano i pallini.
    Un grosso vaso sanguina vistosamente se cè una ferita aperta all'esterno direttamente comunicante o anche aperta verso il canale digerente.

    sul tungsteno alzo le mani, mai usate ma se le trovassi ora sarei curioso. sono 76 o 89?

    ps2: le magnum italiane sono tutte poco sotto i 400m/s...e dubito che anche fossero sui 360 l'anticipo cambierebbe di molto su una scia di pallini lunga qualche metro.
    410 o 360 l'anticipo è diverso solo relativamente.

    Lascia un commento:


  • jzcia
    ha risposto
    Direi che per il tuo modo operandi, va benissimo come ti muovi e fai bene così.

    Lascia un commento:


  • fabio d.t.
    ha risposto
    Originariamente inviato da jzcia Visualizza il messaggio

    Della serie "l'energia non è mai esuberante" come diceva il Granelli. E se l'energia non è mai esuberante, l'effetto passata non dovrebbe esistere. Molto più probabilmente quando gli animali vanno via spennati non si è preso un qualche punto vitale e l'animale continua per un piccolo tragitto la sua corsa per poi finirla. (da caricatore mi è venuto in mente questo concetto leggendo il post).

    Chiedo a Fabio, è vietato il piombo nel tuo chiaro?.
    Se non è vietato, per i tiri dai 60 ai 90 metri l'alternativa al tungsteno la conosci. E non è difficile prenderci la mano nei tiri al volo. Energia residua abbastanza alta.
    Tullio, già risposto riguardo l'utilizzo del piombo da me. Non lo sanno neanche gli addetti al controllo. Si,conosco l'alternativa al tungsteno, però i tiri off limits già si contano sulla punta delle dita di una mano e per lo più riguardano feriti da ribattere, perchè quando uno o più eccelli sono in curata, la mia aspettativa è quella di vederli posare là dove io penso dovrebbero e quindi sempre in un range di tiri utili. Poi come ultima cartuccia in canna o nei frangenti con scarso movimento ed uccelli smaliziati, magari utilizzo solo tungsteno, ma le occasioni rimangono limitate per poter decidere di prendere la mano con assetti mai provati e che immagino obblighi a sparare molti colpi prima di aver fiducia sulle proprie capacità. Poi, sinceramente, di munizioni tungsteno ne utilizzerò non più di 70/100 a stagione ed il loro costo rappresenta un bazzecola rapporto il conto di fine anno sui denari che dedico alla caccia ... senza contare i fucili da me utilizzati. Grazie comunque della " dritta "

    Lascia un commento:


  • jzcia
    ha risposto
    Originariamente inviato da Retius2405 Visualizza il messaggio

    Gianni ti assicuro che quando dico oltre 70 mt lo dico con cognizione di causa in quanto dove ho sparato c'è un riferimento misurato con il telemetro a 75 mt. Lo scorso anno più o meno alla stessa distanza ho tirato a 4 mestoloni posati con una MG2 Tungsten gr 35 pallino 6 e, malgrado la botta sia arrivata, si sono involati tutti e 4 ... sfortunamente per loro mi sono venuti incontro.
    Ripeto quello che mi ha stupito è stata la colonna d'acqua che si è alzata. Tutta un'altra storia. Il tungsteno è fenomenale, arriva a lungo, lo puoi usare al volo e soprattutto spegne gli animali, ma non sottovalutate queste bombe soprattutto se non le avete mai viste all'opera.
    Della serie "l'energia non è mai esuberante" come diceva il Granelli. E se l'energia non è mai esuberante, l'effetto passata non dovrebbe esistere. Molto più probabilmente quando gli animali vanno via spennati non si è preso un qualche punto vitale e l'animale continua per un piccolo tragitto la sua corsa per poi finirla. (da caricatore mi è venuto in mente questo concetto leggendo il post).

    Chiedo a Fabio, è vietato il piombo nel tuo chiaro?.
    Se non è vietato, per i tiri dai 60 ai 90 metri l'alternativa al tungsteno la conosci. E non è difficile prenderci la mano nei tiri al volo. Energia residua abbastanza alta.

    Lascia un commento:


  • fabio d.t.
    ha commentato in 's risposta
    Le supermagnum federal con 63 gr. di piombo, che credo siano quelle utilizzate da retius hanno V0 di 345 m/s. Personalmente prima del tungsteno, per i tiri a fermo con il benelli usavo le baschieri magnum con 56 gr., micidiali a distanze off limits, ma al volo non coievo una mazza ed il fucile dopo il primo colpo volava.

  • Retius2405
    ha risposto
    Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio

    Però una cosa ha detto bene " devo capì ". All'occorrenza il tungsteno è letale anche per tiri al volo ... magnum e supermagnum a causa dell'estrema lentezza del colpo e del notevole rinculo avrebbero bisogno di un anticipo maggiore ed esperienza nel tiro off limits.
    Mi commuovo ... ho detto bene "una cosa".

    Fausto è proprio perché c'hai il fisico che senti la botta. Le persone normali come me non la sentono solo perché accompagnano il rinculo .... 2 mt dietro.
    A parte gli scherzi, la legnata l'ho sentita ma l'ho sentita anche sparando la B&P Dual Shock.

    Lascia un commento:


  • Centro67
    ha commentato in 's risposta
    Estrema lentezza perche? Che velocita hanno ste cartucce (V/0)

  • fabio d.t.
    ha risposto
    Originariamente inviato da parissiene Visualizza il messaggio
    Io nel mio Benelli SBE2 ho utilizzato sia cartucce Tungsteno che Supermagnum,in particolare della Danesi,e debbo dire che come rendimento-prestazioni si equivalgono.La differenza è che le Tungsteno fanno male al portafoglio mentre le Supermagnum alla ..spallae io c'ho il fisico. Saluti
    Però una cosa ha detto bene " devo capì ". All'occorrenza il tungsteno è letale anche per tiri al volo ... magnum e supermagnum a causa dell'estrema lentezza del colpo e del notevole rinculo avrebbero bisogno di un anticipo maggiore ed esperienza nel tiro off limits.

    Lascia un commento:


  • parissiene
    ha risposto
    Io nel mio Benelli SBE2 ho utilizzato sia cartucce Tungsteno che Supermagnum,in particolare della Danesi,e debbo dire che come rendimento-prestazioni si equivalgono.La differenza è che le Tungsteno fanno male al portafoglio mentre le Supermagnum alla ..spallae io c'ho il fisico. Saluti

    Lascia un commento:


  • Retius2405
    ha risposto
    F
    Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio

    Infatti. Secondo me il tungsteno ha rivoluzionato l'idea del supermagnum inteso come possibilità di abbattimenti a tiri estremi, e credo che alla fine dell'anno anche i più assidui cacciatori di acquatici ne tirino una manciata che non giustifica la necessità di avere un fucile dedicato e giustifica invece l'utilizzo del costosissimo tungsteno visto proprio l'esiguità del numero di colpi sparati. Ovviamente alcuni assetti con acciaio prediligono bossoli super magnum, ma ripeto il concetto che a mio parere la camera 76 và benissimo consentendo munizioni anche oltre i 50 gr. di piombo e qualsiasi cartucce standard, anche con borra feltro e ben digerita.
    Su questo non ci piove Fabio, comunque adesso il supermagnum, secondo il mio parere, ti offre delle possibilità in più sui tiri a fermo rispetto a una 76.

    Lascia un commento:


  • Retius2405
    ha risposto
    Originariamente inviato da Gianni1° Visualizza il messaggio

    A novembre alla 11 ho buttato giu una germana a più di 40 m caduta 5m oltre la palina di confine laguna, ferita se ne andava di navigo ho provato ma si allontanava troppo e dovevo sconfinare, non avendo alternative trovo in cartuccera una vecchia MG2 tungsten mangiata dalla salsedine, la metto e ribalto la germana ad oltre 70m a quella distanza la botta è stata tutta concentrata sull'animale, ho contato i passi e sono convinto che se era ad 80 m sarebbe stata la stessa cosa, col tungsteno non cè bisogno del supermagnum.
    Gianni ti assicuro che quando dico oltre 70 mt lo dico con cognizione di causa in quanto dove ho sparato c'è un riferimento misurato con il telemetro a 75 mt. Lo scorso anno più o meno alla stessa distanza ho tirato a 4 mestoloni posati con una MG2 Tungsten gr 35 pallino 6 e, malgrado la botta sia arrivata, si sono involati tutti e 4 ... sfortunamente per loro mi sono venuti incontro.
    Ripeto quello che mi ha stupito è stata la colonna d'acqua che si è alzata. Tutta un'altra storia. Il tungsteno è fenomenale, arriva a lungo, lo puoi usare al volo e soprattutto spegne gli animali, ma non sottovalutate queste bombe soprattutto se non le avete mai viste all'opera.

    Lascia un commento:


  • fabio d.t.
    ha risposto
    Originariamente inviato da Gianni1° Visualizza il messaggio

    il supermagnum sara importante quando sara obbligatorio usare solo acciaio per andare a caccia e prima o poi ci arriveremo, ma solo per la capacita maggiore di pallini sovracalibrati che vanno usati , il tungsteno è un'altra storia beato chi se lo può permettere.
    Quando sarà obligatorio il no-toxic per tutte le cacce, credo che rimarremo in pochi.

    Lascia un commento:


  • Gianni1°
    ha risposto
    Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio

    Infatti. Secondo me il tungsteno ha rivoluzionato l'idea del supermagnum inteso come possibilità di abbattimenti a tiri estremi, e credo che alla fine dell'anno anche i più assidui cacciatori di acquatici ne tirino una manciata che non giustifica la necessità di avere un fucile dedicato e giustifica invece l'utilizzo del costosissimo tungsteno visto proprio l'esiguità del numero di colpi sparati. Ovviamente alcuni assetti con acciaio prediligono bossoli super magnum, ma ripeto il concetto che a mio parere la camera 76 và benissimo consentendo munizioni anche oltre i 50 gr. di piombo e qualsiasi cartucce standard, anche con borra feltro e ben digerita.
    il supermagnum sara importante quando sara obbligatorio usare solo acciaio per andare a caccia e prima o poi ci arriveremo, ma solo per la capacita maggiore di pallini sovracalibrati che vanno usati , il tungsteno è un'altra storia beato chi se lo può permettere.

    Lascia un commento:


  • fabio d.t.
    ha risposto
    Originariamente inviato da Gianni1° Visualizza il messaggio

    A novembre alla 11 ho buttato giu una germana a più di 40 m caduta 5m oltre la palina di confine laguna, ferita se ne andava di navigo ho provato ma si allontanava troppo e dovevo sconfinare, non avendo alternative trovo in cartuccera una vecchia MG2 tungsten mangiata dalla salsedine, la metto e ribalto la germana ad oltre 70m a quella distanza la botta è stata tutta concentrata sull'animale, ho contato i passi e sono convinto che se era ad 80 m sarebbe stata la stessa cosa, col tungsteno non cè bisogno del supermagnum.
    Infatti. Secondo me il tungsteno ha rivoluzionato l'idea del supermagnum inteso come possibilità di abbattimenti a tiri estremi, e credo che alla fine dell'anno anche i più assidui cacciatori di acquatici ne tirino una manciata che non giustifica la necessità di avere un fucile dedicato e giustifica invece l'utilizzo del costosissimo tungsteno visto proprio l'esiguità del numero di colpi sparati. Ovviamente alcuni assetti con acciaio prediligono bossoli super magnum, ma ripeto il concetto che a mio parere la camera 76 và benissimo consentendo munizioni anche oltre i 50 gr. di piombo e qualsiasi cartucce standard, anche con borra feltro e ben digerita.

    Lascia un commento:

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X