annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Benelli m2 che spara alto

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (42%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da Tristan Visualizza il messaggio
    Mick, mio cognato ha acquistato un M2 cal20, io invece ho preso un montefeltro prestige cal20, ho notato che in entrambi i fucili per chi non ha ancora preso la mano risulta difficoltoso svuotare il serbatoio, mi faccio male le dita, hai consigli per velocizzare l’apprendimento???
    Anche il mio, col tempo migliora un po.. si blocca piu spesso con cartucce corazzatelle... quelle con fondello basso in genere non danno sti problemi.
    Il problema è il ridotto spazio che ha la cartuccia in uscita...lubrificandolo aiuta ma non è la soluzione, l'unico rimedio vero e utile sarebbe allargare la parte d'ingresso, cioè smussando l'entrata, su internet se ne trovano di Modifiche di questo tipo fatte su benelli... ma alla fine non è un dramma perchè capita poche volte..

    ho allegato una foto.


    COMMENTA


    • #17
      anche io ho un m2 cal 20, ho cambiato la piega originale perché altrimenti non vedevo il mirino, per il resto l'ho sempre usato come gli altri fucili non badando alla bindella e senza cambiare modo di sparare, mi sono trovato bene, ma come fucile secondo me vale poco, resistenza alla ruggine pari a zero, risente molto dello sporco e per ultimo adesso spesso la terza cartuccia esce dal serbatoio ma resta sul cucchiaio e mi resta il carrello aperto, insomma io sono molto deluso.
      "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

      ...lo Spaniel,è il più antico dei nostri cani da schioppo, e, senza dubbio genericamente il più utile al cacciatore sportivo, essendo in grado di sostituirsi, in caso di necessità, agli altri membri della famiglia, siano essi Setter, Pointer o Retrievers..mentre nessuno di essi si trovano in grado di restituire la cortesia....

      COMMENTA


      • Mick
        Mick commentata
        Modifica di un commento
        io fortunatamente non ho avuto mai problemi di cartucce bloccate.. per quanto riguarda la ruggine non capisco come faia. dire una cosa così, premesso che i fucili vanno puliti dopo ogni uscita, non capisco perchè debba fare ruggine.. il mio non l'ha mai fatta e lo utilizzo principalmente in vagante e zone umide...
        se non va pulito è ovvio che la fa.. chi prima chi dopo...

      • il migratorista
        il migratorista commentata
        Modifica di un commento
        A parere mio il trattamento della canna fa cagare... Io non ci penso neanche lontanamente a pulire i fucili ad ogni uscita... Però l a300 e l yildiz ruggine zero, m2 pieno...

      • Mick
        Mick commentata
        Modifica di un commento
        ecco dov'è il problema.. lasciali nell'armadio !
        Utilizzano un metodo di brunitura diverso nell m2?
        Sarà che la canna ha un trattamento che fa cagare.. ma personalmente non lo cambierei mai per un vecchio a300 nè per un yildiz..
        Poi so gusti.. ma io non li faccio arrugginire.

    • #18
      Ciao Mick, scusa. Ma non ho capito il tuo intervento.
      tu hai,scritto:

      "l'M2 ha la bindella che parte piu alta e finisce scendendo verso la volata, non è così purtroppo che funziona. é un dato di fatto che ruba qualche centimetri in alto, ce l'ho anche io l.m2 , è stato voluto da Benelli".

      Che significa che la bindella parte alta e scende verso la volata è così spara alto?
      E tutto questo è voluto da Benelli?

      Cioè tu dici che Benelli ha fatto un fucile che nasce con l'anticipo verso l'alto e che invece di mandare la fucilata dritta sul bersaglio la spara alta sopra il bersaglio?

      Non dico che non sia vero ma onestamente mi sembra piuttosto strano.

      Ammesso che questo fenomeno sia voluto e non una casualità occorre capire di quanto è questo scostamento: se parliamo di massimo 5 cm. alla disanza di 25/30 metri lo spostamento è ininfluente spostamenti maggiori: 10/15 cm. o più sanciscono una fucilata fuori centro da correggere assolutamente altrimenti non colpiremo mai il bersaglio con il centro della rosata.
      se poi ci troviamo a sparare selvatici che puntano verso il basso si rischia di buttare sempre la fucilata irrimediabilmente alta e, nella migliore delle ipotesi, colpiremo il bersaglio sempre con i pallini periferici.

      l'amico Fedo lamenta un alzo di una decina di cm. a 20 metri. A quella distanza la rosata avrà pressapoco il diametro di 30 cm. Se prendiamo come fulcro per tracciare il cerchio di rosata il punto mirato, avremo un diametro di cm. 30: 15 cm. sopra il punto mirato e 15 cm. sotto il punto mirato.
      se spostiamo la rosata in alto di 10 cm. il punto mirato anche a tiro centrato sarà colpito sempre da pochi pallini periferici, da qui le numerose padelle.

      certo se uno è abituato a sparare sempre vedendo il bersaglio sopra il mirino, il problema verrà ridimensionato, ma se uno (come me) è abituato a "coprire" il bersaglio la ficilata non sarà mai perfetta e il numero di padelle e di feriti aumenteranno irrimediabilmente.

      L'ideale è fare una verifica di dove spara il fucile e di adattare la posizione della rosata in relazione al nostro modo di sparare.

      un saluto


      Maurizio





      Centro67 piace questo post.

      COMMENTA


      • #19
        Concordo pienamente con Mauanto 61 in entrambi gli interventi, la bindella alta su quel benelli non sposta la rosata sopra al punto mirato. Per quanto riguarda il tiro bisogna distinguere quello mirato da quello di stoccata, poiche nel primo mirando un oggetto fermo impostandosi con tutta calma e percependo solo il mirino, la fucilata va sicuramente dove si guarda a prescindere dalle pieghe del calcio, mentre nel secondo caso la taratura del calcio e determinante per il piazzamento della fucilata.

        COMMENTA


        • #20
          Ieri sono andato a sparare due botte al tiro a volo...cambiando totalmente modo di sparare i piattelli li rompevo ma devo sparare abbastanza sotto il bersaglio....sinceramente so valutando se darlo via per prendere un fucile con la bindella normale
          La Caccia è la mia via...

          COMMENTA


          • enrico7312
            enrico7312 commentata
            Modifica di un commento
            Scusa ma perché non vari la piega? Io quando comprai la canna del supersport per montarla sul comfort ci sparavo alto,anche quella ha lo scalino,cambiata la piega ho risolto in un attimo.

        • #21
          Scusatemi se mi permetto, ma evidentemente non avete in mente la concezione di bindella alta del benelli m2... non è alta e basta.. è alta nella parte iniziale vicino all'occhio per scendere verso la volata.. è una pratica di uso piu comune recentemente quella di mettere questo tipo di bindella nei fucili.. molte aziende stanno seguendo la scia.
          Se aveste un m2 potreste confermare il fatto che spara poco alto.. ma se usate bindelle piane non potete confrontare i pareri
          Fedo_95 io posso solo rassicurarti, perché se l'm2 non fosse buono.. non ci Coglierebbero in molti.. se lo sai sfruttare non te lo togli piu.. poi sei libero di decidere cosa fare.. se non ti ci trovi...

          RIPORTO L'ESPERIENZA DI UN COLLEGA DEL FORUM CHE TEMPO FA AVEVA SOLLEVATO QUESTO QUESITO:

          Re: Con il mio Benelli M2 tiro alto

          Ho telefonato in Benelli, effettivamente mi hanno spiegato che la causa è proprio la bindella Alta e il tiro all'Americana a cui vi riferite significa il non coprire il bersaglio e che per i tiri da 50 a 100mt con qualsiasi tipo di fucile conviene andare sulla slug.


          Ne deduciamo che anche il tiro appoggiato e a palla spara leggermente alto
          E' solo questione di abitudine.. sono pochi centimetri e non è certo questa la causa se alcuni non ci prendono.. perchè altri ci prendono molto bene!
          Cari amici, il bersaglio per giusta regola non andrebbe coperto,
          Vige la stessa regola del tiro a segno senza sistemi di puntamento (ottiche, red dot ecc) in cui si collima il centro da colpire allineando il mirino alla base del cerchio del bersaglio, allego un esempio con la foto sotto per capire meglio cosa intendo.
          Saluti Sinceri
          File allegati

          COMMENTA


          • #22
            Ciao Mick ti ringrazio per la la tua spiegazione chiara ed esaustiva su come posizionare il mirino rispetto al bersaglio, ma questo modo di tarare le canne mi giunge completamente nuovo.
            Sono quaranta anni che sparo ed ho sempre tarato i miei fucili posizionando il mirino sul punto mirato e mai sotto il punto mirato.
            Che poi un tiratore per abitudine non copra il bersaglio e sia abituato a vederlo sopra e dunque sia avvantaggiato da un fucile che spara "leggermente" alto mi sta bene.
            Il tuo ragionamento può dunque essere giustissimo o al tempo stesso sbagliato, dipende dalle misure.

            Tu parli di uno spostamento in alto di pochi centimetri ma non quantifichi quanti centimetri né a quale distanza lo spostamento viene misurato.

            Mi spiego meglio: se il diametro nero del bersaglio in foto è di 10 cm. e dunque il punto rosso del centro è a 5 cm. dal mirino e il bersaglio è a 30 metri, lo spostamento in alto della fucilata sarebbe di 5 cm. cioè irrilevante a quella distanza, anzi per certe cacce dove si spara sempre a salire, perfino vantaggioso.

            Ma se il bersaglio è posto a 20 metri ed ha un diametro di 20 cm. - il mirino si trova a 10 cm. dal punto rosso e dunque il centro della fucilata sarà spostato di 10 cm. in alto rispetto al punto mirato (come lamentato dal nostro amico Fedo) ecco a mio parere questa fucilata a quella distanza è decentrata, senza parlare ovviamente di spostamenti maggiori.
            Quello che voglio dire è che uno spostamento di 10 cm. a 20 metri è fuori bersaglio a 40 metri è nella norma.

            Quando parliamo di tiro a caccia o disciplina piattello sporting in genere si spara ad un bersaglio o coprendolo o "sfiorando" la base del bersaglio.
            La fucilata non può che essere "dritta" (senza vantaggio a salire) rispetto al bersaglio altrimenti tutti i piattelli calanti riceveranno la fucilata sopra.

            E' il contrario di quello che avviene per il piattello "fossa" dove siccome i tiri sono tutti a salire i fucili vengono "avvantaggiati" facendoli sparare alto e quindi dando un anticipo a salire direttamente all'arma.

            Ma a caccia questo non è sempre un vantaggio perché il selvatico non si spara sempre a salire ma anche a scendere e non posso certo mettermi a calcolare di quanto sparare "più sotto" perché il fucile spara in alto.

            Indipendentemente dalle mode, dalle nuove teorie e dai nuovi schemi, continuerò a tarare le mie canne affinché la fucilata sia centrata là dove mirino e bersaglio si sovrappongono: quando padello un selvatico voglio essere certo che l'ho sbagliato io, non che il fucile gli ha sparato sopra.

            Un caro saluto


            Maurizio


            walker960walker e spaik piace questo post.

            COMMENTA


            • #23
              appena apre la caccia farò delle prove. io copro il bersaglio col mirino.
              e al fermo non sbaglio mai.
              Mick piace questo post.
              Francesco

              COMMENTA


              • Mick
                Mick commentata
                Modifica di un commento
                la differenza è poca.. è difficile andare proprio fuori bersaglio sparando comprendolo.. i pallini c'arrivano lo stesso.. ma son meno.. prova con dei cartoncini, con una bomboletta nera fai un cerchietto al centro ( grande quanto una spruzzata) miri e spari da 20 metri

            • #24
              mauanto61 il problema non è solo quei pochi centimetri.. spesso si aggiungono impostazioni differenti.. se l'amico non ha un calcio con piega adatta a quei cm che gia il fucile di suo spara piu in alto.. si sommano magari altri centimetri dovuti ad errori di impostazione...

              Sono pienamente d'accordo con te sul fatto che a 20 metri sarà decentrata piu in alto e a 40 non sarà piu un problema.. ma a 20 metri la differenza non è cosi tanta come pensi!
              ma anche a 40 metri i pallini piu in alto si troveranno di qualche centimetro piu in alto ancora di una rosata normale.....

              E' tutta questione di abitudine, lo posso confermare io che vengo da sovrapposto e doppietta con bindelle piane.. e con l'm2 mi sono abituato, ma non c'è voluto molto..
              Come dicevi te, spesso si mira alla base.. è proprio quello che faccio io... se il pallino del mirino punta alla pancia di un colombaccio la rosata c'arriva in pieno con l'M2..

              Sono gusti, ovviamente c'è chi preferisce la bindella piana senza rampa.. e chi si avventura..
              Comunque in Benelli non potevano non sapere che i loro fucili sparano poco piu alto, è una cosa voluta per adeguarsi anche allo stile americano, lì si spara non coprendo il bersaglio da molto tempo ormai...

              A caccia non c'è bisogno di fare calcoli o andare in panico.. basta mirare vedendo il selvatico per intero.. se un coniglio o un colombaccio.. mirerò comunque a livello della pancia.. giù, a 35 metri invece è quasi inifluente.

              ALLEGO UNA FOTO DI UNA SIMULAZIONE CHE HO FATTO A COMPUTER, SULLA POSIZIONE DELLA ROSATA TRA I 15-20 METRI CON BENELLI M2 CAL 20...
              LA VEDO COSì.. prove che avevo fatto a cartoncino...
              Spero possa essere utile ai possessori a capire dove va la rosata mirando al centro il bersaglio..
              File allegati

              COMMENTA


              • #25
                Dopo anni con l'm2 cal 20 fucile acquistato con 50 colpi all'attivo e avendo fatto carnieri di alto livello, devo dire che la bindella non l'ho piu sopportata nonostante ci sparassi bene, ma avendo il 12 normale cambiando era un problema visto che i primi 3 o 4 tordi che dovevo sparare al rientro li facevo di terzo colpo perchè l'anticipo in linea di mira è troppo differente, infatti alzai il calcio con un rialzo per poter sparare quasi come sparo al trap e onestamente a caccia non è il massimo, a me non piace c'è qualche amico invece che lo preferisce.
                quando uno nasce con la bindella normale entrano troppe automazioni in gioco e cambiare è fastidioso più che difficile, dopo questa prefazione dico che ho ceduto l'm2 per un altro urica gold cal 20 e la situazione è totalmente cambiata con risultati eccezionali per quanto riguarda la mira, tenendo conto che comunque sparo regolarmente al tav quindi i risultati ci sono. Per le cartucce invece su quel fucile non nè parliamo cariche totalmente differenti per qualità di canna e strozzatori tenendo conto che con l'urica ancora non riesco a trovare la dritta.
                walker960walker piace questo post.

                COMMENTA


                • Mick
                  Mick commentata
                  Modifica di un commento
                  non posso confermare la questione dell'anticipo.. io mi ci trovo da dio.. come tutti i fucili c'è chi si trova bene e chi no.. è normalissimo
                  Ci sono cartucce che con l'm2 non cambierei mai.. come bornaghi e cheddite freeshot o rc camouflage.. ma i fattori climatici influiscono molto e quindi non potranno mai determinare la regola.. anche se la canna dell'm2 è sempre la stessa ..
                  Mi sono innamorato così tanto che anche se avessi problemi con la rampa probabilmente lo porterei dall'armaiolo a mettere una binella piana sull m2

                • walker960walker
                  walker960walker commentata
                  Modifica di un commento
                  Stessa cosa identica è capitata a me e ho fatto come hai fatto tu.

              • #26
                Buongiorno a tutti, anche io posseggo un M2 Comfortech cal. da ormai da molti anni e sinceramente avendo preso la prima serie ho riscontrato qualche problemino ma tutti risolvibili che non mi hanno mai tolto l'amore per questo fucile! ne sono praticamente innamorato e non lo toglierei con nessuno altro! Il primo dei problemi è stato lo spellamento del calcio che rivestito di quella pellicola quasi vellutata e piacevolissima al tatto con il sudore e il tempo è andata via
                E anche la brunitura opaca della canna notavo che si graffiava ogni tanto nei rovi e se non asciugato e lubrificato dopo una giornata di pioggia formava la ruggine sopra.
                Quindi l'ho spedito in garanzia e fatto sostituire tutti i pezzi in polimero e ho fatto brunire la canna in nero lucido
                A distanza di 7 anni anche a garanzia ormai scaduta ho rimandato i pezzi in polimeri perché su erano nuovamente spellati e questa volta mi sono stati sostituiti con quelli attuali che non hanno più quella sorta di pellicola vellutata sopra ma che al tatto da sempre la sensazione di esserlo.
                Ora è perfetto anche se per me già lo era 😊😊😊
                Un saluto

                COMMENTA


                • #27
                  Luca Arabia Ciao Luca, si la canna opaca è praticamente ruvida. Si graffia piu facilmente perchè in realtà non è "opaca ma liscia" ma la superficie della canna presenta delle rugosità piu sensibili ai graffi quindi ne risente poco piu della lucida...
                  ma è stata la benelli a brunirti la canna o l'hai fatto fare da un armaiolo? perchè la benelli non credo faccia sti lavori.. è piu probabile ti abbia montato una canna lucida del montefeltro.. ( per dirne uno)

                  COMMENTA

                  Pubblicita STANDARD

                  Comprimi

                  Ultimi post

                  Comprimi

                  Unconfigured Ad Widget

                  Comprimi
                  Sto operando...
                  X