annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ma lo sapete quanto sono 50 m ?

Comprimi

Modulo HTML statico non configurato

Comprimi

Contenuto statico HTML del modulo
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #76
    La mia prima volta al percorso quando comprai il Benelli nuovo chiusi con 16. La seconda volta ho fatto un 18 e infine un 19. Poi non ci andai più.

    Nel 2004 comprai il fucile da tiro per dedicarmi alla fossa. La prima serie al percorso ho fatto 22 e la seconda 23.
    La caccia ce l'ho nel DNA

    COMMENTA


    • Centro67
      Centro67 commentata
      Modifica di un commento
      Se dessi una occhiata alla media dei tiratori mondiali di percorso piu affermati, ti accorgeresti che e' piu o meno uguale alla tua. Se riflettessi percio' almeno un attimo su cio che ti sto dicendo, ti pentiresti di aver fatto certe affermazioni, che seppure veritiere non rispecchiano la realta del percorso . Questa e' una disciplina molto difficile , probabilmente la piu complicata in assoluto, che se praticata dove deve essere praticata, non lascia spazio ad improvvisati.
      Vedi Mauro quando si parla di percorso bisognerebbe sempre specificare il grado di difficolta dei campi (a patto di essere in grado di stabilirlo). Io potrei portarti in
      diversi campi in cui faresti un miracolo se superassi 3 su 25.
      Io ho visto eccellenze di skeet di livello nazionale, schiantarsi letteralmente in certi campi da
      percorso, mentre in altri non
      hanno avuto difficolta a fare 25

    • MAGNUM71
      MAGNUM71 commentata
      Modifica di un commento
      Il campo in cui ho fatto 22 e 23 è di media difficoltà.

      Poi sta a te dimostrare il contrario. Cioé che quei campi sono, come dici te, "della Mutua“!

  • #77
    Ma Magnum 71 si chiama anche lui Mauro oppure è un lapsus e hai nostalgia di me ?? ahahahah

    COMMENTA


    • MAGNUM71
      MAGNUM71 commentata
      Modifica di un commento
      Si, c'è l'ha con me...

  • #78
    Scusa Centro, io non ne capisco un tubo, però al campo sentendo parlare persone che tirano da 40 anni e hanno girato il mondo in alcune fasi della loro vita con la nazionale, sia nello skeet che nel trap, ed ora tirano al percorso per giocare e lo intendono di media difficoltà, mi dicono che come nello skeet sai da dove escono i piattelli, una volta che hai fatto pratica sai dove devi spararli e li spacchi. Ora non so i campi dove ti alleni tu se questi piattelli cambiano direzione ad ogni serie e quindi schemi... Comunque hai ascoltato Renato Lamera, vedi cosa dice, qual’è il tiro istintivo, se quello del trap, dello skeet o del percorso caccia...

    COMMENTA


    • #79
      https://m.youtube.com/watch?v=0z0jXb...LOd-0yFMmKMMr8

      Ve li posto, che un po’ di ripasso non fa male...

      COMMENTA


      • Centro67
        Centro67 commentata
        Modifica di un commento
        Quei video " tutti" l'ho gia visti tante altre volte. Confermo che il tiro alla fossa e' un tiro istintivo, ma comunque mnemonico, ......ripetitivo........

    • #80
      Originariamente inviato da Tristan Visualizza il messaggio
      Scusa Centro, io non ne capisco un tubo, però al campo sentendo parlare persone che tirano da 40 anni e hanno girato il mondo in alcune fasi della loro vita con la nazionale, sia nello skeet che nel trap, ed ora tirano al percorso per giocare e lo intendono di media difficoltà, mi dicono che come nello skeet sai da dove escono i piattelli, una volta che hai fatto pratica sai dove devi spararli e li spacchi. Ora non so i campi dove ti alleni tu se questi piattelli cambiano direzione ad ogni serie e quindi schemi... Comunque hai ascoltato Renato Lamera, vedi cosa dice, qual’è il tiro istintivo, se quello del trap, dello skeet o del percorso caccia...
      Qualsiasi disciplina si può rendere facile o difficile.
      Si possono impostare campi di percorso in cui nessuno può fare 25, ed esempio mettendo in una serie molti piattelli traversi tirati e che viaggiano a non meno di 50 metri dalla pedana, se poi sono a parabola e con nessuno sfondo dietro... oppure nei doppi: due 75 metri es dx e sx di prima e 5 pedana...

      Lo stesso vale per la fossa, macchine tirate al massimo con cadute a 120 metri... Di tanto in tanto lo fanno sui campi che frequento per dimostrare di avere le... Bolls! !


      ​​​
      La caccia ce l'ho nel DNA

      COMMENTA


      • #81
        è tutto interessante ho aperto questa discussione per provocazione per chi, come me non frequenta campi di tiro e spara 200/300 colpi all anno a caccia , penso siano la maggior parte degli iscritti a questo forum, provocazione -consiglio ed etica perchè non possiamo permetterci di sparare a 50m ....poi qui molti colpiscono e recuperano senza ferimenti a questa distanza,ma penso che anche se la selvaggina scarseggia a 50m non si deve sparare è quasi inutile nonostante tutti i discorsi che si possono fare godetevi il bosco ,il caldo il ghiaccio la passeggiata la brezza fresca il sudore il vs. ausiliare in tutti i suoi atteggiamenti ...., sarò anche ipocrita ma a 50m guardiamoli passare e speriamo che ne passino tanti sognando che la prox volta un pò ne passerà a tiro utile che tanto si padella anche quelli,con stima per tutti comunque

        COMMENTA


        • #82
          Voglio dire un’altra cosa, gli Italiani nel tiro sono i numeri uno, prendono un sacco di medaglie, la scuola del tiro italiana è una delle migliori in assoluto... Ora non facciamoci impressionare da nessuno, perché da noi vengono ad imparare...
          Albano, io in questo forum stimo tutti quanti, credo che quando ci sia il confronto per capire meglio, è la cosa più bella perché ne usciamo tutti più ricchi e tutti impariamo qualcosa dall’altro.

          COMMENTA


          • #83
            Originariamente inviato da Tristan Visualizza il messaggio
            Voglio dire un’altra cosa, gli Italiani nel tiro sono i numeri uno, prendono un sacco di medaglie, la scuola del tiro italiana è una delle migliori in assoluto... Ora non facciamoci impressionare da nessuno, perché da noi vengono ad imparare...
            Albano, io in questo forum stimo tutti quanti, credo che quando ci sia il confronto per capire meglio, è la cosa più bella perché ne usciamo tutti più ricchi e tutti impariamo qualcosa dall’altro.
            Be', gli italiani sono bravi, ma .... la nostra Kim Rhodes, americana ruspante... tre medaglie d'oro alle Olimpiadi... la vera "numero uno"!

            https://en.wikipedia.org/wiki/Kim_Rhode

            (e adesso vedrete come i forasacchi cercheranno--inutilmente, come al solito-- di entrarmi nelle orecchie!!!!)
            CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

            COMMENTA


            • Centro67
              Centro67 commentata
              Modifica di un commento
              Possino acciaccatte Fabie!!
              HA HA HA HA HA HA HA

            • Tristan
              Tristan commentata
              Modifica di un commento
              https://it.m.wikipedia.org/wiki/Jessica_Rossi
              Beccati questa Giovanni 😉

            • giovannit.
              giovannit. commentata
              Modifica di un commento
              Bravina, ma Rhode ha vinto 3 medaglie d'oro, una d'argento, e due di bronzo alle Olimpiadi, e una carriolata di altre medaglie in competizioni di trap, double trap, e skeet nazionali e internazionali.
              Pero' la vostra Jessica Rossi gli e' una bella fiha, mentre Kim Rhode, poretta, e' una cozza...

          • #84
            Originariamente inviato da Tristan Visualizza il messaggio
            Scusa Centro, io non ne capisco un tubo, però al campo sentendo parlare persone che tirano da 40 anni e hanno girato il mondo in alcune fasi della loro vita con la nazionale, sia nello skeet che nel trap, ed ora tirano al percorso per giocare e lo intendono di media difficoltà, mi dicono che come nello skeet sai da dove escono i piattelli, una volta che hai fatto pratica sai dove devi spararli e li spacchi. Ora non so i campi dove ti alleni tu se questi piattelli cambiano direzione ad ogni serie e quindi schemi... Comunque hai ascoltato Renato Lamera, vedi cosa dice, qual’è il tiro istintivo, se quello del trap, dello skeet o del percorso caccia...
            Lascia stare le chiacchiere, il tiro al trap ed allo skeet e' un tiro mnemonico che va ripetuto ovunque tu vada a sparare. Trattasi di due discipline molto difficili ma una volta acquisito tempo e movimento, bisogna solo ripetere lo stesso gesto.In queste discipline una volta raggiunto un certo livello, vince chi ha piu tenuta mentale Al percorso non esistono gesti da ripetere, il tiro non essendo mnemonico comporta una azione di tiro sempre differente piattello su piattello. Tanto per farti un es, nelle gare serie di compak e sporting , (diciamo i FITAV , FITASC non quelle a prosciutti o quelle nei campetti della mutua )nessun tiratore ha mai sparato a quei piattelli prima di quel momento, percio in tempo reale deve elaborare una azione di tiro sconosciuta alla sua mente. Ti risulta che questa cosa accada nel trap e nello skeet? Se rifletti su questa cosa ti rendi conto perche' il percorso e' e rimarra sempre la disciplina piu complicata in assoluto.Chi non ammette questa cosa o parla per invidia, o non conosce bene il percorso.
            Altra cosa molto importante su cui dovresti riflettere; un percorsista bravo portato alla fossa o allo skeet non sfigura mai, perche nella sua disciplina egli e' abituato ad affrontare anche quei lanci, viceversa un bravo trappista o skettista in un campo serio da percorso sfigura senza nessuna eccezione perche quei tipi di lanci non sono presenti nella sua disciplina percio non l'ha mai affrontati. Al trap ed allo skeet si spara con un ben preciso tempo di intervento, al percorso questo tempo e' variabile a seconda della traiettoria , velocita e distanza del bersaglio. Uno degli errori piu frequenti commessi al percorso da atleti di altre discipline e' proprio quello di sparare con il loro tempo con cui sono abituati a tirare nelle loro discipline.

            COMMENTA


            • Tristan
              Tristan commentata
              Modifica di un commento
              Con questa tua spiegazione mi hai fatto capire cose che non sapevo...il fatto che nessun tiratore in una gara ufficiale abbia mai sparato a quei piattelli rende la cosa difficile...devo acquistare un fucile da sporting. Grazie per la spiegazione 😊

          • #85
            Originariamente inviato da MAGNUM71 Visualizza il messaggio

            Qualsiasi disciplina si può rendere facile o difficile.
            Si possono impostare campi di percorso in cui nessuno può fare 25, ed esempio mettendo in una serie molti piattelli traversi tirati e che viaggiano a non meno di 50 metri dalla pedana, se poi sono a parabola e con nessuno sfondo dietro... oppure nei doppi: due 75 metri es dx e sx di prima e 5 pedana...

            Lo stesso vale per la fossa, macchine tirate al massimo con cadute a 120 metri... Di tanto in tanto lo fanno sui campi che frequento per dimostrare di avere le... Bolls! !


            ​​​
            Alla fossa olimpica le velocita sono fisse ( circa 120km/h all'uscita)poiche il piattello deve cadere per regolamento a circa 75m dalla macchina. Tuttavia in alcuni campi le velocita ( e quindi anche le difficolta) vengono ridotte.

            COMMENTA


            • #86
              Originariamente inviato da Centro67 Visualizza il messaggio

              Alla fossa olimpica le velocita sono fisse ( circa 120km/h all'uscita)poiche il piattello deve cadere a circa 75m dalla macchina. Tuttavia in alcuni campi le velocita ( e quindi anche le difficolta) vengono ridotte.
              Scusa Centro, ma io per il poligono sono 0 , 75 m per essere valido?


              Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

              COMMENTA


              • Centro67
                Centro67 commentata
                Modifica di un commento
                non ti seguo....cosa vuoi dire?

            • #87
              Boia dè, era un po' che non leggevo sta discussione e m'avete fatto intristì!😥
              Siamo partiti dalla caccia e dove siamo finiti? Al tiro a quei dischetti volanti d'argilla! 🙄
              Dalla nobile arte siamo finiti a disquisire del giochino di chi per non faticare tra campi boschi padule e montagna, arriva col suv ed il gilet con tutte le patches, la valigetta e le cartuccette 28gr e dice "oh" per sparà ad un coso inanimato.....
              M'avete fatto intristì 😎

              Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

              colombaccio a curata............erezione assicurata!

              COMMENTA


              • Centro67
                Centro67 commentata
                Modifica di un commento
                Si e' trattato di una breve parentesi...stai sereno ...comunque ti informo che il 95% dei tiratori vanno pure a caccia,
                percio' sanno fare entrambe le cose
                I dischetti d'argilla? non sai che ti perdi.....

            • #88
              Originariamente inviato da Centro67 Visualizza il messaggio
              ... Uno degli errori piu frequenti commessi al percorso da atleti di altre discipline e' proprio quello di sparare con il loro tempo con cui sono abituati a tirare nelle loro discipline.
              Permettimi :

              COMMENTA


              • #89

                Originariamente inviato da Centro67
                ... Uno degli errori piu frequenti commessi al percorso da atleti di altre discipline e' proprio quello di sparare con il loro tempo con cui sono abituati a tirare nelle loro discipline.

                Giusto. E non solo. Anche a caccia, se si cacciano per parecchio tempo certi selvatici e poi si passa ad altri che sono piu' lenti o piu' veloci. Passa dai tordi alle tortore, e gli tiri dietro. Passa dalle quaglie ai beccaccini, e vedi le padelle. Passa dai beccaccini alle quaglie, e ti porti a casa delle povere cose frantumate e sanguinolente. Passa dai fagiani gabbiaroli alzati a calci a quelli veri, e gli tiri nella coda (anche perche' questi ultimi ce l'hanno). Anche con gli stessi ucccelli ma con tipi di caccia diversi: pensa alla differenza fra le lodole tirate sopra la civetta e quelle cacciate alla borrita... Non ho fatto mai il percorso di caccia se non fatto in casa, che era anche piu' facile di quello della Mutua, ma credo che ci sia una differenza fra i piattelli del percorso di caccia e i selvatici. Che io sappia, i piattelli vanno dritti (meno quello che imita la lepre), mentre gli uccelli scartano, zig-zaggano, e vanno a spirale. Vorrei vedere un campione di percorso che si cimenti con le tortorelle americane, che sono piu' indiavolate dei beccaccini dopo essere state salutate dalle prime schioppettate. Dai, Centro, vieni a provarle. Ti insegneranno un po' di umilta', come l'hanno insegnata a me. Qui non e' come in Argentina, dove ce ne sono milioni, non sono imbirbite, e dove uno si sceglie solo quelle facili.
                CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                COMMENTA


                • Centro67
                  Centro67 commentata
                  Modifica di un commento
                  No Giovanni, i piatti al percorso hanno traiettorie di tutti i tipi, ma prevalgono quelle a parabola. Inizialmente il percorso aveva solo traiettorie lineari, ma parliamo degli anni 80, poi per renderlo piu moderno e complicato si sono adottate nuove macchine particolari che hanno la capacita di far assumere ai piattelli traiettorie molto irregolari.....molto particolari.Ovviamente Magnum 71 non conosce ne queste macchine, ne il
                  percorso. Non gli rispondo piu.......
                  Le tortore africanelle che abbiamo noi sono altrettanto veloci. Diverso il discorso per la tortora dal collare che e' comunque specie protetta.

                • giovannit.
                  giovannit. commentata
                  Modifica di un commento
                  Vabbe' descriveranno una parabola, ma vanno anche a zig-zag, su e giu', a spirale accellerando e rallentando? Non credo.che possano farlo. Si' lo so che le tortore dal collare, dal volo molto piu' manzo, sono protette da voi. Qui no, e sono squisite--e grosse quasi il doppio di quelle autoctone. Io ho cacciato le africanelle in Italia, e caccio quelle nostrane qui. Come velocita' saranno piu' o meno la stessa cosa, ma come volo no. Queste sono pazze, indiavolate. Fanno picchiate improvvise e cabrate altrettanto improvvise, salvo poi ritornare alla traettoria originale in una frazione di secondo. E sono piu' piccole, offrendo un bersaglio piu' difficile da colpire. Magari volassero come le africanelle.

              • #90
                Secondo me questa discussione così come stà andando potrebbe essere anche controproducente per noi cacciatori ...distinguiamo le due cose :la caccia ,stimolo innato atavico che evolvendosi dal sasso alla lancia all arco e al fucile resta sempre" innato "....e il tiro sport a tutti gli effetti probabilmente appassionante e tecnico ma noi non vogliamo dare all opinione pubblica, come si dice , la visione di fenomeni sparatori che si allenano per fare più "mazzo" alleniamoci sì, ma in silenzio , la caccia resta solo il bisogno di vivere nella natura e pensare che per vivere si deve cacciare e non andare al supermercato ,per mangiare carne con la C maiuscola ......e per questo ragazzi a 50m non spariamo ..son tanti e troppi di noi che consumano .....energie e non solo a vuoto.....se son riuscito a farmi capire "chi ha orecchi per intendere ...intenda "

                COMMENTA

                Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

                Pubblicita STANDARD

                Comprimi

                Trending

                Comprimi

                Unconfigured Ad Widget

                Comprimi

                Tag nuvola

                Comprimi

                Ultimi post

                Comprimi

                Sto operando...
                X