annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ma lo sapete quanto sono 50 m ?

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #61
    Originariamente inviato da Centro67 Visualizza il messaggio
    Mentre gli anni passano e mi rimbambisco sempre di piu, riusciro' a diventare quel colpitore che ho sempre sognato?
    Sì, basta che ti compri uno springer e vai a caccia 3 giorni a settimana. Cinque quaglie selvatiche alzate a 25/30 metri dallo springer, insegnano di più di 50 piattelli. Se vuoi imparare a tirare alla selvaggina devi andare a caccia, se vuoi imparare a tirare al piattello devi andare al campo di tiro. Il cacciatore al campo da tiro deve andare quando la caccia è chiusa, quando apre deve resettare tutto e riprendere il tiro da caccia che non è uguale al tiro al piattello. La caccia è nata prima del piattello, quindi il tiro da caccia era propedeutico per il tiro al piattello, con il passare degli anni si sono invertiti i ruoli, il piattello è diventato propedeutico per la caccia. Se il principiante non ha nessuno in famiglia che va a caccia è costretto ad andare a prendere qualche lezione dal tiratore esperto che non ha mai tirato ad un selvatico.

    COMMENTA


    • #62
      Cinque quaglie????? Germa io Domenica mattina al compak me so sparato pure la strada de casa e mo tu me voi fa tira solo 5 quaglie???? I miei fucili si rifiuterebbero pure di sparare solo 5 colpi

      COMMENTA


      • walker960walker
        walker960walker commentata
        Modifica di un commento
        Comprati un M60....ihihihihihihih

    • #63
      Perchè non sono autorizzato a caricare immagini in HTML ??
      Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
      Sta il cacciator fischiando
      sull'uscio a rimirar..........

      COMMENTA


      • #64
        Tiro a 50 metri? Sui tordi in un annata si contano sui dita di una mano e solo se sono verticale a me è dietro vi è pulito come campi infatti tutti i tiri nel periodo di entrata poi niente xchè non mi va di perderlo se lo prendo specialmente nelle nostre zone dovrei fare faticare troppo recuperarlo oltretutto non avendo modo neanche di vedere dove cade fra costoni e che scendono di 200 metri per il 90% il restante 10% potrebbe rimare su un albero di olivo o arancio o mandarino ed io avrei solo una direzione presunta da prendere, all apertura a colombaccio ogni tanto ci provo quando escono e vanno per i campi qualcuno cade ma ferito con canna 76 * ma sbaglio quasi sempre facendoli dietro, alla fine posso dire che per il 99% delle volte li guardo solamente non è mia abitudine, certo se sono in altri contesti il tiro si prova come su cornacchia e gazze onestamente sparo a vista, 50 per un tordo sono tanti qua vicino ci sono le pale eoliche alte 50 metri e vi posso assicurare che uno neanche ci pensa ad alzare le mani su un tordo


        Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

        COMMENTA


        • killer1971
          killer1971 commentata
          Modifica di un commento
          il territorio è diverso kim.. in Puglia il tordo che cade in picchiata lo trovi anche a 150 metri perchè sotto gli uliveti ..nella maggior parte dei casi è pulito lo vedi a distanza... in Calabria immagino che nei territori dell'aspromonte senza cane non lo trovi manco a 5 metri ...hahah

      • #65
        Amo la caccia al tordo è mi piace farla con il 20 e col "piccolo" 410 soprattutto con le giornate di passo. Purtroppo quando la "concorrenza è sleale" e mi riferisco agli utilizzatori di richiami illegali... (odio chi li usa, perché ritengo che un animale che ha fatto migliaglia di km ed è stanco e disorientato meriti rispetto! ) allora metto via il fucile a "tappi" e tiro fuori il vecchio 12 71* con cariche di 32g in piombo 8 o ricicltato.
        Con questo tiro pure ai tordi che sembrano moscerini in aria e, se azzecco l'anticipo, cadono stecchiti! A volte prima che tocchino terra li ho già segnati sul tesserino.
        Quest'anno quello accanto a me col fischio elettrico ha cambiato posto!
        Per me la teoria delle 5 ferite non mi convince, preferisco una sola ferita ma devastante...
        È il piombo 7 1/2 sul tordo è devastante e non teme fattori climatici
        La caccia ce l'ho nel DNA

        COMMENTA


        • #66
          Mamma mia quanti fenomeni, peccato che a caccia ancora li devo vede a fa sti tiri da paura, però vedo tante padelle anche a 20 mt ma tante tante, poi per carità ognuno è libero di dire quello che vuole

          COMMENTA


          • germano56
            germano56 commentata
            Modifica di un commento
            Tanti la spaccano anche a 15 metri con tiri precisissimi e la sbagliano a 35 metri, nel punto dove la rosata è molto più larga. Io a quaglie anche a quelle di voliera non ho mai usato cartucce senza contenitore, qualche volta sono costretto a farle allontanare per non rovinarle ed esagerando volano a 50 m. più o meno. Comunque io lo so quanto sono 50 m.

        • #67
          Sarà che ci sono molte mezze cartucce in giro....
          La caccia ce l'ho nel DNA

          COMMENTA


          • killer1971
            killer1971 commentata
            Modifica di un commento
            assai magnum più di quello che pensi.. DIO MIO PERDONILI ..NON SANNO QUELLO CHE DICONO ....(Checco Zalone docet)..hahah

          • MAGNUM71
            MAGNUM71 commentata
            Modifica di un commento
            Infatti, volevo dire troppe...

        • #68
          È si di padellari c'è ne so tanti, ma al bar i padellari diventano fenomeni

          COMMENTA


          • #69
            Originariamente inviato da giovannit. Visualizza il messaggio
            Ma sei colpi si puo' considerare una tripletta? Io sapevo che la tripletta avviene quando un cacciatore uccide tre animali che si presentano a tiro insieme con tre colpi. Con due che sparavano e riempivano l'aria di pallini e' ovvio che la portata cumulativa aumentava. Tanto per fare l'avvocato del diavolo...
            Ho scritto ad una MIA tripletta. Fatta sparando a tre animali a tiro insieme.
            Lui nemmeno uno.

            Le cartucce le carico io.
            Tullio

            COMMENTA


            • #70
              Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
              Se vuoi imparare a tirare alla selvaggina devi andare a caccia, se vuoi imparare a tirare al piattello devi andare al campo di tiro.
              Il tuo ragionamento non e' valido per i percorsisti, essi infatti ( almeno quelli degni di esser chiamati cosi) sanno sparare bene anche a caccia, cosa che invece non avviene a parti invertite.
              Il miglior cacciatore infatti, portato per la prima volta al percorso, e' solo un tiratore molto mediocre,e questa e' una verita incontrovertibile.
              La guerra e' aperta, ora potete pure scatenarvi
              PS
              Tocca fa cosi se no state tutti zitti

              COMMENTA


              • #71
                Originariamente inviato da Centro67 Visualizza il messaggio

                Il tuo ragionamento non e' valido per i percorsisti, essi infatti ( almeno quelli degni di esser chiamati cosi) sanno sparare bene anche a caccia, cosa che invece non avviene a parti invertite.
                Il miglior cacciatore infatti, portato per la prima volta al percorso, e' solo un tiratore molto mediocre,e questa e' una verita incontrovertibile.
                La guerra e' aperta, ora potete pure scatenarvi
                PS
                Tocca fa cosi se no state tutti zitti
                A malincuore devo darti ragione stavolta. Dopo tanti anni di caccia la prima volta che mi cimentai al piattello (in Italia) feci una figura meschina. Quando cominciai poi a tirare al piattello a Kodiak, dopo essermi iscritto al TAV locale, pure non e' che brillassi. Eppure anatre e beccaccini a casa venivano con me in quantita' discreta. Poi piano piano, da 12/25 arrivai a 18/25 e poi a 20/25 e finalmente da 23 a 25. Per quelli che rompono sempre 25/25 a colpi di tastiera risponderei che forse anch'io sarei riuscito a fare 25/25 quasi ogni volta se avessi potuto sparare piu' di un colpo ad ogni piattello. Ma il Trap Americano e' monocolpo...
                Poi ho notato che passando dal piattello alla palude, ero diventato capace di non far andar via illesi molti piu' beccaccini e becchipiatti. E' vero che il percorso di caccia allena alla caccia meglio del Trap, ma anche il Trap aiuta molto.
                CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                COMMENTA


                • Centro67
                  Centro67 commentata
                  Modifica di un commento
                  Il trap purtroppo ( disciplina anch'essa tutt'altro che facile)con la sua partenza gia "imbracciati", col suo gesto ripetitivo a fotocopia sui soliti piattelli, col suo tiro tutto sommato mnemonico, non aiuta piu di tanto il cacciatore....mah...meglio di non fare niente..
                  Comunque, quoto Giovanni, anch'io tanti anni fa quando provai per la prima volta il percorso ( campo di medio/alta difficolta)feci 4 su 25!!! eppure credevo di saper sparare perche a caccia il mio mazzetto di tordini lo facevo.
                  Che figura di m...ragazzi, mai fatta
                  una figura peggiore di quella.

                • giovannit.
                  giovannit. commentata
                  Modifica di un commento
                  Spesso a Kodiak quando venivano solo due o tre a sparare, e non c'era aria di competizione, facevamo un tipo di tiro informale. Uno di noi, a turno, premeva il pulsante, ma senza che il tiratore (che teneva il fucile come lo si tiene quando si aspettano i tordi, cioe' con la destra sull'impugnatura e l'astina nell'incavo del gomito sinistro) dicesse "Pull!" L'attesa poteva essere di un secondo, o cinque, o dieci, o magari venti secondi. L'importante era che il piattello partisse all'improvviso, senza preavviso, come un colino o una starna. Il tiro piu' difficile era quelllo quando il piattello partiva verso la sinistra. Era un tiro di stoccata, perche' c'era un abete secolare dietro il quale il piattello spariva quasi immediatamente. A volte facevamo questa pallida imitazione del percorso di caccia con la seconda macchina che lanciava due piattelli per volta. Naturalmente questo tipo di tiro simulava soltanto la caccia al colino, che in genere parte come un piattello di trap. Purtroppo il percorso di caccia non ce l'avevamo. a questo ovviavo un po' con la mia propria lanciapiattelli portatile, del tipo con sedile incorporato e caricamento manuale. Andavo in campagna con mia figlia e facevamo a turno a lanciare e sparare. Cercavamo di riprodurre la maggior parte dei tiri di caccia meno, naturalmente, quello di quando il bersaglio viene verso il tiratore, perche' sarebbe stato pericoloso per il lanciatore. Il piu' difficile era quando il piattello mi passava sopra la testa e mi giravo dando le spalle al lanciatore e tiravo al piattello che mi passava alto sopra e si allontanava. La mia lanciapiattelli poteva lanciare due piattelli alla volta, ma andavano piu' o meno nella stessa direzione ed il peso aggiuntivo li faceva volare piu' lentamente. Tempi belli, tempi passati. Mia figlia ed io passavamo ore felici e spensierati. Oggi e' sposata, e' madre, lavora, ed abita a migliaia di km da me. Il suo Remington 11-87 12/76 e' tanto che non vede la luce e dorme in un armadio insieme alle altre armi che le ho regalato. Lei non ha il tempo di usarle, ne' di andare a pesca. Da bambina e prima di andare all'universita' era anche una pescatrice provetta--come il papa', naturalmente!

              • #72
                Mah, a me non è andata pripro così.
                La prima volta andai alla fossa col suocero e feci un 20/25 e l'ho pure fregato...
                La seconda al percorso sempre 20/25....
                Poi iniziai a studiare meglio gli anticipi ed aguzzare la mira (a volte con un solo occhio), drasticamente scesi a 10/25 .
                Ritornando ad un tiro più istintivo, (ma non di stoccata he), le poche volte che vado faccio sempre sopra i 20/25.
                Della serie, piu' ci penso meno ce chiappo......
                ENJOY HUNTER
                Quando ti è andata male,
                Pensa che sarebbe potuta andare anche peggio.

                COMMENTA


                • #73
                  Al piattello come a caccia si impara pian piano.
                  ​​​​​​
                  Ho visto tanti bravi cacciatori fare figure barine al percorso per il semplice motivo di trovarsi in un ambiente nuovo in cui il primo persiero è comportarsi in pedana in un modo da non dare fastidio ad altri.

                  Per non parlare del pubblico dietro pronto a giudicarti a qualsiasi fucilata mandata a vuoto. Questo è anche uno dei motivi per i quali molti cacciatori non vogliono mettere piede in pedana.

                  Per ciò che riguarda la tecnica poi, ne sono del tutto sprovvisti: vedere come "attendono" un piattello fa quasi ridere... Mentre vedi il percorsista esperto che ha già il fucile imbracciato alla chiamata...

                  https://youtu.be/MqcWdnynkpg
                  ​​​​​​

                  Questo è un esempio di come si "chiama" un piattello.


                  Lo stesso discorso vale per il percorsista "esperto" che sa fare 22 o 23 su campi medio/difficili ma che non ha mai messo piede nei terreni di caccia, come accadde ai miei amici negli anni '90 quando bloccarono il rilascio delle licenze venatorie! Grandi tiratori, ma con pessimi carnieri...
                  La caccia ce l'ho nel DNA

                  COMMENTA


                  • #74
                    Spesso il cacciatore che a caccia è un gran fucile, al piattello spara senza concentrazione, spara tanto per sparare e questo porta ad una media molto bassa.
                    Sparare al piattello deve piacere, se non ti piace e lo fai tanto per farlo e non ti concentri su quello che stai facendo. e sbagli tiri che se fossero stati animali avresti fumato.
                    A me non dispiace sparare al piattello ma al momento è troppo costoso e quindi vado 2 volte all'anno ma quando vado si va in compagnia e più per bere 2 birre dopo la sparacchiata, nel mentre tra amici che ti si mettono dietro e ti fanno partire i piattelli a tradimento e sfottimenti vari rompere i piattelli diventa tutto un programma.
                    "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

                    ...lo Spaniel,è il più antico dei nostri cani da schioppo, e, senza dubbio genericamente il più utile al cacciatore sportivo, essendo in grado di sostituirsi, in caso di necessità, agli altri membri della famiglia, siano essi Setter, Pointer o Retrievers..mentre nessuno di essi si trovano in grado di restituire la cortesia....

                    COMMENTA


                    • #75
                      la prima volta che sparai al percorso feci un bel 6 su 25, col tempo migliorai , poi feci anche il trap e li feci la prima volta14 su 25 , migliorai anche li e non sono riuscito a fare pi' di 22 su 25. adesso vado molto di rado al tav anche perchè vicino a me non ce ne sono, prima ce ne era uno e lo hanno fatto chiudere, oggi ha riaperto ma fanno tiro al cinghiale con sagoma corrente. comunque il tiro al percorso aiuta tanto per tenersi un po' in allenamento ma con la caccia sono 2 tiri un po' differenti.
                      saluti Enrico

                      COMMENTA

                      Pubblicita STANDARD

                      Comprimi

                      Ultimi post

                      Comprimi

                      Unconfigured Ad Widget

                      Comprimi
                      Sto operando...
                      X