annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Canna raggiata, pregi e difetti

Comprimi
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Canna raggiata, pregi e difetti

    Salve a tutti,
    per i competenti e non, vorrei sapere i vantaggi ed i limiti di una canna raggiata.
    é vero che vi sono notevoli buchi nella rosata? In caso positivo è possibile limitarli variando tipologia di cartucce?
    Di quanto si allarga la rosata?
    C'è pericolo per il cane in ferma all'atto dello sparo?

    queste sono alcune mie curiosità, grazie per le risposte.

    (se già se né parlato nei vecchi post .... è possibile riprendere l'argomento?)

  • #2
    Re: Canna raggiata, pregi e difetti

    Usa una canna normale con il dispersore che è meglio.

    COMMENTA


    • #3
      Credo che le raggiate siano nate principalmente per il tiro a palla, sull'adattamento allo spezzato non mi pronuncio, non ho esperienze, ma a prescindere una caccia totalmente specifica, quoto Tempe2.
      Che la Passione non prenda mai il posto della Ragione
      A cane giovane ci vuol cacciatore vecchio ed a cane vecchio cacciatore giovane

      COMMENTA


      • #4
        Ottime per il tiro a palla con brenneke e foster in special modo. Deleterie con le gualandi che rovinano l'ogiva. Personalmente usarla nella caccia alla beccaccia la trovo una moda e niente più

        COMMENTA


        • #5
          Ecco cosa ho trovato sul Web riguardo alle canne raggiate o le Paradox:

          La foratura della canna denominata Paradox è stata inventata in Inghilterra nel 1884 dal colonnello Fosbery e realizzata dalla H&H nel 1886 al fine di migliorare la precisione delle palle singole sparate in fucili a canna liscia. L'invenzione consisteva nel munire di rigatura la parte della canna in prossimità della volata per imprimere al proiettile, ovviamente non sferico, un moto rotatorio e così stabilizzarlo.
          Furono eseguiti degli esperimenti a cura della H&H, riportati nel giornale Land and Water del 1986, e poi ripresi dal giornale The Field nel novembre 1905. In questi articoli si afferma che: Gli appositi proiettili a 45 metri consentirono una rosata di 8,9 cm.; alla distanza di 90 metri i colpi vennero piazzati in un rettangolo di 14,6 x 9,5 cm.; con altre munizioni in un rettangolo di 9 x 10,7 cm. Per quanto concerne le munizioni con pallini il giornale riferisce che a 36 metri e in un cerchio di 76 cm, il numero di pallini sul bersaglio era maggiore che sparando con un normale fucile.
          Va detto che queste prove erano organizzate dallo stesso produttore e quindi lasciano il tempo che trovano come affidabilità e completezza.
          Altre prove più convincenti vennero effettuate in Germania nel 1934 dal noto balistico W. Lampel e sono riportate nel giornale Kugel und Schrot nr. 14/1934.
          Le sue conclusioni furono che a 70, massimo 80 metri, la palla appositamente costruita per l'arma Paradox ha la stessa precisione di una normale palla asciutta a 40-50 metri.
          Poi spiega perché la canna Paradox è stata ben presto abbandonata, già verso il 1915: il proiettile arriva ad imboccare la rigatura con una velocità elevata che produce torsioni e vibrazioni notevoli che disturbano e fanno variare la precisione da colpo a colpo. Per ottenere risultati decenti bisognerebbe usare canne molto pesanti e ben vincolate. Inoltre tutti gli esperimenti hanno confermato che la foratura paradox influisce negativamente sulla rosata dei pallini (molto danneggiati dalla rigatura) che rimane vuota al centro; è vero che la rosata è più nutrita, come riferito negli esperimenti del 1896, ma la H&H aveva trascurato di dire che il centro del bersaglio era del tutto sguarnito! Invece di una rosata si ottiene una corona di pallini.
          Lampel conclude quindi che i vantaggi sulla precisione della palla sono trascurabili sul piano pratico, che occorrono proiettili appositamente studiati e che l'arma è inutilizzabile per il tiro a pallini.
          Salvatore


          Semper Fidelis

          COMMENTA


          • #6
            La canna interamente raggiata è il toccasana per chi spara di stoccata a brevissima distanza, ho visto più di una volta a caccia Marco Ramanzini, stoccatore rapidissimo quanto micidiale, bruciare fagiani e quaglie a circa 12/15 metri senza rovinare una preda, col suo Beretta Ultralight con prima canna raggiata!!
            Il motivo è chiaro se si provano tali canne alla placca; le rosate offerte da queste canne a 15 metri corrispondono a quelle di una canna normale a media strozzatura (***) a 30 metri.
            L'osservazione sulla loro pericolosità è giusta e coerente, ... non si deve rischiare il tiro se la preda è bassa o comunque a breve distanza dal cane.
            Nei fatti, poche dispersanti riescono a dare rosate simili sulle brevissime distanze dei 12/15 metri.

            Cordialità
            G.G.
            E' tornato il pescatore dal mare,
            il cacciatore dalle colline.

            COMMENTA


            • #7
              Originariamente inviato da G.G.
              La canna interamente raggiata è il toccasana per chi spara di stoccata a brevissima distanza, ho visto più di una volta a caccia Marco Ramanzini, stoccatore rapidissimo quanto micidiale, bruciare fagiani e quaglie a circa 12/15 metri senza rovinare una preda, col suo Beretta Ultralight con prima canna raggiata!!
              Il motivo è chiaro se si provano tali canne alla placca; le rosate offerte da queste canne a 15 metri corrispondono a quelle di una canna normale a media strozzatura (***) a 30 metri.
              L'osservazione sulla loro pericolosità è giusta e coerente, ... non si deve rischiare il tiro se la preda è bassa o comunque a breve distanza dal cane.
              Nei fatti, poche dispersanti riescono a dare rosate simili sulle brevissime distanze dei 12/15 metri.

              Cordialità
              G.G.

              Si, ma essendo che a 12/15mt fai 1 tiro su 10, è molto meglio una dispersante. Se proprio vogliamo il massimo della dispersione usiamo anche del piombo non sferico.

              COMMENTA


              • #8
                Secondo me il piombo non sferico è efficace quanto pericoloso per i tiri ravvicinati.A mio modestissimo parere......Con quel tipo di piombo rischi veramente di ammazzare il cane e di fare male ad un eventuale compagno vicino....Io non l'ho usato e non lo userò mai,per i tiri ravvicinati uso un fucile
                che mi dia ampie rosate e cartucce con dispersore o feltro.

                Saluti.
                Enzo.

                Come si può essere vivi e felici se non possono esserlo tutti?

                COMMENTA


                • #9
                  Originariamente inviato da Tempe2

                  Si, ma essendo che a 12/15mt fai 1 tiro su 10, è molto meglio una dispersante. Se proprio vogliamo il massimo della dispersione usiamo anche del piombo non sferico.
                  Il vero problema è che con le dispersanti a 12 metri molto raramente ottieni una rosata efficacemente aperta, come giustamente dici, per fare qualcosa in più occorre piombo cubico o calandrato, che migliora la dispersione.
                  Il punto è che questi piombi cubici o schiacciati hanno una rapidissima perdita di velocità e paradossalmente si trovano già a 30/35 metri infinitamente penalizzati sui pallini sferici standard.
                  Allora?
                  Allora la differenza starà nel fatto che una canna raggiata risulta già efficace a 12/15 metri per rosata ampia e solitamente anche ben distribuita e parimenti risulta efficace a 25/28 metri perchè i pallini non ancora troppo diradati saranno assai meno penalizzati dalla forma mantenendo una ottima velocità e penetrazione residua.
                  Differenza sottile, ma molto importante soprattutto a caccia dove il tiro non è sempre detto sia corto o lungo come da nostra previsione.

                  Cordialità
                  G.G.
                  E' tornato il pescatore dal mare,
                  il cacciatore dalle colline.

                  COMMENTA


                  • #10
                    Leggermente Off Topic

                    Negli U.S. (non so se siano reperibili anche in Italia) vendono cartucce per la .22 LR caricate a pallini del 12, credo. Le cartucce che ho usato una venticinquina d'anni fa nel Montana erano lunghe come una comune .22 LR ma erano tutto bossolo crimpato a stella (ma con una crimpatura a punta). Non funzionavano nelle semiautomatiche. Erano efficaci su uccelletti (passeri, storni) e topi entro una decina di metri o anche meno. In effetti le rosate tendevano a formare una corona con un centro sguarnito. Tale effetto era però trascurabile entro appunto otto-dieci metri. Quindi capisco come la canna raggiata possa essere micidiale a breve distanza (come la usa il Ramanzini). Mi ricordo di aver visto ad una mostra mercato di fucili usati, antichi o semplicemente vecchi una Marlin .22 LR a leva e serbatoio tubolare che aveva la canna liscia. A detta del proprietario era stata fabbricata dalla Marlin proprio per l'uso delle cartuccette a pallini, ma avevo forti dubbi. Sulla canna non c'era nessuna iscrizione attestante questa variante. Secondo me era stata fresata per eliminare la rigatura e renderla più efficace con munizione spezzata.
                    Aggiungo che sono qui disponibili anche munizioni spezzate per diversi calibri di pistola, specialmente .44 Mag., .44 Special, .357 Mag, e .45 Colt (non ACP). Tali cartucce sono vendute come difesa anti-serpente velenoso.
                    La palla è sostituita da una capsula di plastica trasparente che contiene la carica nella canna e poi si dovrebbe rivoltare, credo, una volta uscita dalla canna. Non le ho mai provate, perciò non so come funzionino. Ma presumo che a breve distanza--la distanza alla quale si sparerebbe a un crotalo o a un mocassino (serpente, non scarpa)--dovrebbero servire a rovinare l'intera giornata al rettile...
                    Dimenticavo: le cartuccette a pallini della .22 LR erano il cacio sui maccheroni per sbarazzarsi di uccelli nocivi dentro stalle, silos, e altri edifici senza doversi preoccupare di danneggiare tetto o travi o muri data la scarsissima potenza della carica. Però mia moglie una volta centrò con una tale carica a una quindicina di metri il fianco di un cagnaccio che stava cercando di fare la pelle alla nostra amatissima gatta. Se la diede a gambe guaendo e non ritornò più, e il proprietario finalmente si decise a recintare il giardino e a tenere dentro il cane, che aveva già ucciso una dozzina di gatti nel vicinato. Fino ad allora le proteste dei vicini non erano valse a nulla, ma quando il cane tornò a casa con una cinquantina di pallini sottopelle il recinto si materializzò in pochi giorni... Certo, il padrone la schioppettatina se la sarebbe meritata più del cane, ma non si può sempre scegliere la soluzione migliore...
                    Che "mogliettina" (1 metro e 85) che m'aritrovo, eh? Io ne vado fiero.
                    CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                    COMMENTA


                    • #11
                      Qui si usa il flobert per quei lavori.
                      Comunque continuo a preferire canna standard+dispersante.

                      COMMENTA


                      • #12
                        Per esperienza personale vi assicuro che mi trovo molto bene con la canna raggiata,abbinata ad una cartuccia con borra in feltro, da prove effettuate la rosata si presenta sempre omogenea, fate la prova alla stessa distanza con cartucce dispersanti e le differenze sono evidenti.
                        Falconet

                        COMMENTA


                        • #13
                          Originariamente inviato da Tempe2
                          Qui si usa il flobert per quei lavori.
                          Comunque continuo a preferire canna standard+dispersante.
                          Qui il Flobert, specialmente quello a percussione anulare, è praticamente inesistente. Io l'ho usato in Italia (canna liscia, cal. 9 anulare) ed era naturalmente (maggior carica di pallini) molto più efficace della .22 LR a pallini. Si potevano anche azzardare tiri a volo (passeri, ecc.).
                          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                          COMMENTA


                          • #14
                            E cosa ne pensate delle canne parzialmente raggiate tipo paradox (sempre per munizioni spezzate e non per palla unica)?
                            Edoardo

                            COMMENTA


                            • #15
                              Originariamente inviato da Falconet
                              Per esperienza personale vi assicuro che mi trovo molto bene con la canna raggiata,abbinata ad una cartuccia con borra in feltro, da prove effettuate la rosata si presenta sempre omogenea, fate la prova alla stessa distanza con cartucce dispersanti e le differenze sono evidenti.
                              Ti dirò... io invece nella raggiata uso la borra contenitore. Da prove fatte a suo tempo da Vittorio Balzi quando era a Diana Armi erano quelle che ci avevano dato i risultati migliori.
                              Il contenitore gira e allarga meglio il piombo.

                              Mi fai venire voglia di fare qualche tiro di prova alla placca però...
                              Marco Ramanzini

                              COMMENTA

                              Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

                              Video in Rilievo

                              Comprimi

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Trending

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi

                              Tag nuvola

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X