annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

cambiera'

Comprimi

Sostieni Mygra per la stagione venatoria 2020/21 - Offrici un caffè

Comprimi
Ciao, Ospite! Subito per te l'attivazione automatica dell' Account Premium per tutto l'anno! A partire dal N/A Ora: N/A
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • cambiera'

    certe persone gli fa senso se vedono un animale morto(pollo coniglio cacciagione)se andiamo avanti cosi ci invidieranno che noi abbiamo un po di carne da mangiare.ciao a tutti

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

    @milandro, jagher1 e suzigargano piace questo post.
    w la caccia

  • #2
    Originariamente inviato da angelini pir Visualizza il messaggio
    certe persone gli fa senso se vedono un animale morto(pollo coniglio cacciagione)se andiamo avanti cosi ci invidieranno che noi abbiamo un po di carne da mangiare.ciao a tutti

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    lasciali friggere nel proprio olio scadente.....hdt....suzi..un abbraccio
    @milandro e angelini pir piace questo post.
    sigpic
    Alcuni dei cibi che mangiamo non sono semplicemente cibi. Sono storie. Storie complesse e affascinanti di donne e uomini che lavorano sfidando il Sole, la Terra e le legislazioni che non aiutano. Sono queste storie che danno un sapore ai cibi."...R.I.P..A.FACENNA....

    COMMENTA


    • Franky@
      Franky@ commentata
      Modifica di un commento
      li friggerei nella sugna, per gradire

  • #3
    parli di vegANALs ? ho notato che è sindromico, spesso si associa anche a novax-ismo, no-sperimentazione e altre patologie.
    "Le primavere e i paesaggi hanno un grave difetto: sono gratuiti. L’amore per la natura non fornisce lavoro a nessuna fabbrica."
    (Aldous Huxley)

    COMMENTA


    • #4
      Ognuno di noi ha la propria opinione..modo di pensare...ecc..basterebbe solo che rispettassimo le idee altrui.
      Noi cacciatori siamo sempre "maltrattati" e questo perchè nessuno ci difende ma facciamo una cosa che esiste
      da secoli e non vedo nessun male.
      Se io allevo un vitello lo faccio per poi mangiarlo e non per fargli la passeggiata al guinzaglio...per cui è
      indignante sentire un insulto per questo motivo da persone che secondo me nulla hanno a che vedere con la realtà di questa terra.
      francesco70 e walker960walker piace questo post.

      COMMENTA


      • #5
        Originariamente inviato da Gianluca90 Visualizza il messaggio
        Ognuno di noi ha la propria opinione..modo di pensare...ecc..basterebbe solo che rispettassimo le idee altrui.
        Noi cacciatori siamo sempre "maltrattati" e questo perchè nessuno ci difende ma facciamo una cosa che esiste
        da secoli e non vedo nessun male.
        Se io allevo un vitello lo faccio per poi mangiarlo e non per fargli la passeggiata al guinzaglio...per cui è
        indignante sentire un insulto per questo motivo da persone che secondo me nulla hanno a che vedere con la realtà di questa terra.
        mi dispiace, ma a livello teorico/filosofico/etico non è così semplice.
        L'esistere da secoli non significa nulla, pure l'omicidio, lo stupro e tutto il resto delle belle cose esistono da sempre e in ogni specie vivente.

        I punti di vista sono inconciliabili e nessuno dei due, cacciatori e non, ha nè ragione nè torto, ed è "ovvio" che quando un qualcuno aderisce a una crociata in difesa di una presunta causa, si comincia a rompere le..uova nel paniere ai colpevoli di comportarsi diversamente dal proprio senso di giustizia.

        L'unica arma che abbiamo contro l'opinione pubblica a sfavore è insistere sulle ragioni "ambientali" di esistenza della caccia, ovvero il controllo delle popolazioni e la conservazione della biodiversità.
        Ma se non cambia la marea, ovvero non torna in auge la nostra pratica, non aspettiamoci nulla di diverso se non progressive limitazioni fino all'abolizione.

        PS: mods, si potrebbe spostare la discussione in stanza protetta?
        "Le primavere e i paesaggi hanno un grave difetto: sono gratuiti. L’amore per la natura non fornisce lavoro a nessuna fabbrica."
        (Aldous Huxley)

        COMMENTA


        • arsvenandi
          arsvenandi commentata
          Modifica di un commento
          Non ne vedo il motivo...per ora.

        • ozannagh
          ozannagh commentata
          Modifica di un commento
          Martino....abbiamo scritto le stesse parole nello stesso istante....Ciaoooo!!!!

        • arsvenandi
          arsvenandi commentata
          Modifica di un commento
          Siamo sempre sintonizzati.😂😂

      • #6
        Perché in stanza protetta?
        Fino ad ora non ne vedo il motivo.
        arsvenandi piace questo post.
        Ottobre è.....

        COMMENTA


        • #7
          Originariamente inviato da Franky@ Visualizza il messaggio

          mi dispiace, ma a livello teorico/filosofico/etico non è così semplice.
          L'esistere da secoli non significa nulla, pure l'omicidio, lo stupro e tutto il resto delle belle cose esistono da sempre e in ogni specie vivente.

          I punti di vista sono inconciliabili e nessuno dei due, cacciatori e non, ha nè ragione nè torto, ed è "ovvio" che quando un qualcuno aderisce a una crociata in difesa di una presunta causa, si comincia a rompere le..uova nel paniere ai colpevoli di comportarsi diversamente dal proprio senso di giustizia.

          L'unica arma che abbiamo contro l'opinione pubblica a sfavore è insistere sulle ragioni "ambientali" di esistenza della caccia, ovvero il controllo delle popolazioni e la conservazione della biodiversità.
          Ma se non cambia la marea, ovvero non torna in auge la nostra pratica, non aspettiamoci nulla di diverso se non progressive limitazioni fino all'abolizione.

          PS: mods, si potrebbe spostare la discussione in stanza protetta?
          ----------------------------------------------------------------------------------------
          Dottore, l'omicidio, lo stupro, esistono da tempo.... ma non sono legali! perciò il confronto non regge.
          La caccia è quell'attività che ha permesso oggi a questi signori di poter parlare e di essere vivi, di riprodursi ecc... ma hanno dimenticato che fanno tutto grazie alla caccia, che ha permesso ai loro antenati di vivere e portare avanti la discendenza.
          A parte questo, chi sono loro per dirmi cosa devo mangiare!? come mi devo nutrire, secondo loro io non potrei allevare animali per poi cibarmene........ sono fuori dal mondo e in questo caso io non rispetto le loro idee, semplicemente perchè sono aliene. L'ho fatto altre volte, il cercare di capirli e cercare di farmi capire, rispettando le loro scelte personali, non le loro idee che tendono a ledere la mia libertà. Non ci sono mai riuscito, il loro ragionamento è a senso unico, quindi ognuno per la sua strada, finchè me la facciano percorrere liberamente, diversamente porro io il bastone tra le loro ruote.
          jlspez e piace questo post.
          Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
          Sta il cacciator fischiando
          sull'uscio a rimirar..........

          COMMENTA


          • #8
            Originariamente inviato da Franky@ Visualizza il messaggio
            mi dispiace, ma a livello teorico/filosofico/etico non è così semplice.
            L'esistere da secoli non significa nulla, pure l'omicidio, lo stupro e tutto il resto delle belle cose esistono da sempre e in ogni specie vivente.

            I punti di vista sono inconciliabili e nessuno dei due, cacciatori e non, ha nè ragione nè torto, ed è "ovvio" che quando un qualcuno aderisce a una crociata in difesa di una presunta causa, si comincia a rompere le..uova nel paniere ai colpevoli di comportarsi diversamente dal proprio senso di giustizia.

            L'unica arma che abbiamo contro l'opinione pubblica a sfavore è insistere sulle ragioni "ambientali" di esistenza della caccia, ovvero il controllo delle popolazioni e la conservazione della biodiversità.
            Ma se non cambia la marea, ovvero non torna in auge la nostra pratica, non aspettiamoci nulla di diverso se non progressive limitazioni fino all'abolizione.

            Ho capito a cosa ti riferisci ma non si può paragonare uno stupro o un omicidio alla caccia noi stiamo parlando nel rispetto della legalità e, a parte la legalità abbiamo una coscienza, quella che chi come gli anti-caccia prega per la nostra morte dubito ce l'abbia.

            E' vero l'unico modo per difenderci è questo, ma solo perchè i nostri politici non fanno niente per noi.
            La caccia veniva usata per netrursi dai nostri antenati come gli allevamenti che tuttora ci danno la carne.
            Queste persone non hanno nemmeno idea di cosa sia la natura, oggi hanno la caccia di cui parlare ma sono sicuro che se domani non ci sarà
            troveranno un altro appiglio dove esprimere parole e pensieri insensati.

            Meglio ancora è secondo loro abolire la sperimentazione animale.
            Vorrei chiedere a questi signori se sono disponibili loro per le sperimentazioni.

            COMMENTA


            • #9
              mi chiedo quando troveranno un vaccino o una cura anti covid su sperimentazione animale e ne avessero bisogno loro o un loro caro cosa farebbero...............in bocca al cocker!!!!!!!!!

              COMMENTA


              • #10
                a completamento del post di prima:
                alcuni americani chiamano i paladini di vari diritti, alcuni che condivido altri a mio parere francamente fòri di cocomero, "social justice warriors" o SWJs giovannit. potrà confermare credo.

                Ora, non voglio essere l'avvocato del diavolo perchè sono chiaramente a favore della mia passione, ma vedo benissimo da dove partono e dove vogliono arrivare...e hanno dalla loro sèguito e ideologia di massa.
                È il nostro secolo, fatto di finta non-violenza, suicidi e depressione, di nature chimiche e idealizzate, di falsi ambientalisti.
                E siamo noi ad essere in minoranza.

                Sul piano "etico", continueranno la loro lotta basata sul nokill e menate varie e non avremo mai nulla da opporre.
                Perchè così come io non posso condividere le loro idee (alcune totalmente strampalate perchè la natura si fonda sull'uccidere e sul piacere di farlo. noi compresi. la violenza e la morte fanno parte del "ciclo della vita"), neppure è possibile il contrario - loro odiano l'abbattimento, lo scopo "ricreativo", etc. Il dialogo è inesistente.

                Ciò che possiamo opporre è che siamo necessari.
                perchè anche noi siamo parte dell'equilibrio di molti ecosistemi...anzi possiamo essere l'ago della bilancia a salvarli con gli abbattimenti selettivi.
                Cinghiali, volpi, corvidi, storni, colombi, nutrie.
                E per lo meno dimostrare che non arrechiamo alcun danno alle altre specie.

                Ripeto..tutta questa faida anticaccia durerà fino al variare delle mode.
                l'uomo è volubile e la storia si ripete. Nulla dura a lungo.
                e la predazione è un istinto.
                Dobbiamo solo tenere duro e lottare in trincea cm per cm.
                "Le primavere e i paesaggi hanno un grave difetto: sono gratuiti. L’amore per la natura non fornisce lavoro a nessuna fabbrica."
                (Aldous Huxley)

                COMMENTA


                • kim-lea
                  kim-lea commentata
                  Modifica di un commento
                  questa strada che dici tu dell'abbattimento selettivo è un lama a doppio taglio secondo me, perché alla fine ci porterà ha fare solo quello usati per quel preciso scopo è dopo ti toglieranno anche quello, la costatazzione sta nel fatto che la persona x di un comune all'inizio della stagione venatoria chiede ai cacciatori di poter mantenere tramite l'abbattimento di ungulati perché fanno danni è sono dovunque poi però la stessa persona è contraria all'abbattimento di uccelli o la caccia stessa e una strada che porta ad un vicolo senza uscita è leggendo i vari calendari emanati dalle regioni lo si può vedere leggendo.

                • Franky@
                  Franky@ commentata
                  Modifica di un commento
                  certamente, ma al momento governo e opinione pubblica non gliene frega un fico secco della caccia. E questa è un'arma a un solo taglio

              • #11
                "Materialmente" parlando è come dici, siamo utili o almeno lo diventeremo. "Sentimentalmente" non ci siamo e neanche "naturalmente". La caccia è una passione, non utile per loro. E' insita in ognuno di noi, che non si ferma alla sola fucilata, ma a tutto quello che c'è dietro e che per me è vita, quindi utile, necessaria, indispensabile e questo vuol dire "libertà", rispettando le idee e i pensieri degli "altri" se rispettano i miei.
                Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                Sta il cacciator fischiando
                sull'uscio a rimirar..........

                COMMENTA


                • #12
                  Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
                  "Materialmente" parlando è come dici, siamo utili o almeno lo diventeremo. "Sentimentalmente" non ci siamo e neanche "naturalmente". La caccia è una passione, non utile per loro. E' insita in ognuno di noi, che non si ferma alla sola fucilata, ma a tutto quello che c'è dietro e che per me è vita, quindi utile, necessaria, indispensabile e questo vuol dire "libertà", rispettando le idee e i pensieri degli "altri" se rispettano i miei.
                  ribadisco, non è semplice così.
                  "loro" sono convinti di fare un favore all'intero regno animale, alla civiltà umana, a chtulhu, gaia o non so che.
                  Non la vedono come una tua opinione contro la loro. Tu sei un criminale e non hai alcun diritto perchè staresti ledendo i "diritti" degli animali - questa poi è un'espressione che odio, perchè IMHO un animale può entrare in un ordinamento giuridico solo come oggetto, pertanto come proprietà di un civile o "patrimonio indisponibile dello stato". Non lo posso considerare un soggetto giuridico perchè non è un umano, che deve sottostare a leggi etc. E' un animale, e questa idea non la cambierò mai.

                  Sono 20anni che, "infiltrato" in associazioni animaliste, compresi i volontari/zoofili/anticaccia, li studio attentamente.
                  tocca conoscere il nemico!

                  E ti assicuro, mio malgrado, che l'UNICA via percorribile è renderci NECESSARI alla conservazione dell'ambiente e della fauna.
                  Perchè al momento non ci sono segnali di "reintegrazione" della figura del cacciatore, visto pubblicamente quando va bene come un residuo delle grandi guerre, quando va male, ovvero quasi sempre nell'opinione pubblica italiana, come un malfattore bracconiere sadico assassino.
                  "Le primavere e i paesaggi hanno un grave difetto: sono gratuiti. L’amore per la natura non fornisce lavoro a nessuna fabbrica."
                  (Aldous Huxley)

                  COMMENTA

                  Pubblicita STANDARD

                  Comprimi

                  Ultimi post

                  Comprimi

                  Unconfigured Ad Widget

                  Comprimi
                  Sto operando...
                  X