annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

AUMENTATI I MASSIMALI PER LE ASSICURAZIONI VENATORIE, LA DENUNCIA DI BERLATO

Comprimi
X
Comprimi
  •  

  • Aumentati i massimali per le assicurazioni venatorie, la denuncia di berlato



    Nel bel mezzo di un’emergenza sanitaria, economica, occupazionale e sociale senza precedenti, questo governo traballante crede di aiutare gli italiani in gravi difficoltà aumentando le tasse ed i balzelli.

    L’ultima chicca in ordine di tempo è rappresentata dall’innalzamento dei massimali delle polizze assicurative previste per la Responsabilità Civile verso Terzi derivante dall’uso delle armi o degli arnesi utili all’attività venatoria, indicati all’art. 12 comma 8 della legge 11 febbraio 1992, n. 157, sancito con un Decreto del 23 dicembre 2020 e pubblicato in questi giorni sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

    Per ogni Sinistro si passa dai precedenti 516.456,89 Euro agli attuali 903.283,12;

    Per quanto riguarda il massimale per ogni persona danneggiata, si passa dai precedenti 387.342,67 Euro agli attuali 677.462,34;

    Per quanto riguarda i massimali per danni a persone o cose, si passa dai precedenti 129.114,22 Euro agli attuali 225.820,78;

    Per quanto riguarda gli infortuni correlati all’esercizio dell’attività venatoria, il massimale passa dai precedenti 51.645,68 Euro agli attuali 90.328,31.

    Questo aumento, che in realtà equivale quasi ad un raddoppio dei massimali previsti per legge, comporterà molto probabilmente un aumento del costo della licenza per i praticanti l’attività venatoria, cosa ben diversa da quella dell’impegno di valutare la possibilità di ridurre il costo della licenza per l’anno 2021 per ristorare parzialmente i cacciatori italiani del danno subito nell’aver pagato per intero tutte le tasse di concessione relative all’anno 2020, essendo stato loro impedito di esercitare l’attività venatoria per la maggior parte della stagione venatoria con il pretesto dell’emergenza sanitaria per precisa volontà del governo che, se avesse voluto, avrebbe invece potuto equiparare l’attività venatoria alle altre attività sportive che si esercitano all’aperto nel rispetto del distanziamento sociale e nel pieno rispetto delle normative vigenti, permettendo quindi a tutti i cacciatori italiani di andare a caccia indipendentemente dalla colorazione della propria regione.

    Questa ulteriore mancanza di rispetto nei nostri confronti conferma la necessità di unire le forze tra tutti i portatori della Cultura rurale, se vogliono garantire un futuro dignitoso alle loro attività.



    Il Presidente dell’Associazione per la Cultura Rurale

    on. Sergio Berlato

    DM-MIPAAF-23-dicembre-2020

    • A.le
      #1
      A.le commentata
      Modifica di un commento
      Quanto ci piace parlare .... fare proclami.... volteggiare i pugni in aria per poi.... non fare nulla !!
      Abbiamo ancora molto... troppo da imparare dagli altri paesi.
      Siamo e resteremo sempre un paesucolo da 4 soldi.

    • walker960walker
      #2
      walker960walker commentata
      Modifica di un commento
      vedremo cosa faranno le varie assicurazioni.
    L'invio di commenti è disabilitato.

Categorie

Comprimi

Tags

Comprimi

Ultimi Articoli

Comprimi

  • Laghi da caccia gioielli di biodiversita´ 365 giorni l´anno – video
    da Alberto 69


    La migrazione pre-nuziale è cominciata e gli uccelli cercano alimentazione e habitat naturali per rifocillarsi e riposarsi prima dei lunghi voli verso le aree riproduttive.

    In questo video condiviso sulla pagina Facebook dell’Ufficio Studi e Ricerche Faunistiche e Agro-Ambientali di Federcaccia, ammiriamo un gruppo di moriglioni in alimentazione e sosta nel mese di febbraio in un appostamento fisso di caccia gestito per tutto l’arco dell’anno dai titolari, che lo...
    05/03/21, 20:04
  • Il paese dei balocchi
    da Alberto 69

    di Antonio BUONO*

    “Nel Paese dei Balocchi non vi sono scuole, non vi sono maestri, non vi sono libri, in quel paese non si studia mai.
    I migliori saranno sempre quelli che ne sapranno meno di altri”.
    Come a dire che quanto più si è asini, tanto più ci si ritrova in alto nella scala del potere.
    Mi sa che quel Paese esiste davvero, solo per gli imbecilli la storia non si ripete.
    Vogliamo creare alcune analogie con il romanzo del Collodi?
    Se...
    02/03/21, 21:06
  • A macerata posti nidi artificiali per la nidificazione dei germani reali
    da Alberto 69


    Per il secondo anno consecutivo, la Federcaccia Provinciale di Macerata e ACMA – Associazione Cacciatori Migratori Acquatici, settoriale dell’Associazione che si interessa specificamente di ricerca, monitoraggio e gestione della fauna acquatica, in collaborazione con l’Ambito Territoriale di Caccia MC2 hanno messo in campo il progetto dei nidi artificiali predisposti per la nidificazione dei germani reali.

    Il germano reale è un’anatra di superficie, appartenente...
    26/02/21, 19:30
  • Aiutaci a contrastare la proposta di divieto totale di uso del piombo nelle munizioni
    da Alberto 69


    Partecipa al questionario sull’impatto socio economico di questa proposta semplicemente collegandoti al sito FACE entro il 31 marzo

    Roma, 26 febbraio 2021 – L’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche (ECHA) ha proposto il divieto totale di utilizzo del piombo nelle munizioni e nelle attività di pesca, con un periodo di adeguamento di 5 anni. Questa proposta dovrà essere approvata dalla Commissione e poi dal Parlamento Europeo. Nei prossimi mesi tutti i portatori d’interesse...
    26/02/21, 19:25
  • Confucio, i “parassiti” ed i massacri infiniti
    da Alberto 69


    *di Antonio BUONO

    “Dai un pesce ad un uomo e lo nutrirai per un giorno.

    Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita”.

    E’ un proverbio Cinese (Confucio) che piace molto in America, laddove è ancora forte la convinzione che per “farcela” sia sufficiente avere l’istruzione e la volontà.
    A quanto pare, l’insegnamento si direbbe valido ed al tempo stesso, dovrebbe essere lo strumento con cui la società potrebbe riscattare...
    23/02/21, 20:13
  • Italcaccia. Tordi, perché ce ne sono di meno?
    da Alberto 69
    Il passaggio annuale dei tordi verso la Penisola è generalmente in diminuzione.


    Una volta terminata la stagione dei tordi abbiamo avuto e tenendo conto dei commenti dei cacciatori ; in generale, la loro presenza è stata meno numerosa rispetto alle passate stagioni. Principalmente, il tempo non ha favorito il loro ingresso migratoria nella penisola.

    Tuttavia, a livello nazionale, registra una graduale riduzione del Tordo Bottaccio. Molti luoghi di caccia che qualche...
    23/02/21, 19:01
Sto operando...
X