annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

IL CONTRIBUTO DEI CACCIATORI AL MONITORAGGIO DELLA BIODIVERSITÀ IN EUROPA

Comprimi
X
Comprimi
  •  
    Alberto 69
    Capo Redattore Rassegna stampa

  • Il contributo dei cacciatori al monitoraggio della biodiversità in europa

    Il monitoraggio della biodiversità in Europa di solito è molto costoso e richiede tempo e spesso le risorse dei governi sono limitate. Un nuovo studio scientifico pubblicato nell’aprile 2020 evidenzia la nicchia unica e importante che i cacciatori riempiono il monitoraggio della biodiversità in tutta Europa. Ci sono principalmente quattro aspetti che rendono il lavoro e l’impegno dei cacciatori così preziosi per le autorità di gestione e i ricercatori:
    • Durante l’attività di caccia e la gestione dei terreni di caccia, i cacciatori raccolgono dati diversi sulle caratteristiche della biodiversità come popolazioni di specie, tratti di specie, composizione genetica o composizione della comunità. Poiché i terreni di caccia coprono la maggior parte della campagna europea, i cacciatori assicurano la raccolta di dati attraverso una risoluzione adeguata e su larga scala.
    • I dati di caccia possono fornire serie temporali che coprono diverse stagioni o intervalli anche per diversi decenni, il che rende questi set di dati utili per monitorare i cambiamenti nella biodiversità e negli ecosistemi.
    • I cacciatori raccolgono caratteristiche principalmente su specie cacciabili e quelle specie che sono facili da identificare con alta precisione. L’identificazione errata di specie o altre incertezze sono quindi meno problematiche quando si utilizzano i dati dei cacciatori.
    • Attraverso la consegna di campioni biologici (ad es. Ossa di mascella, ali, tessuti) da animali raccolti, i cacciatori forniscono dati sulla demografia e sulla salute degli animali che altrimenti non sarebbero stati ottenibili.
    Un punto chiave del nostro studio è che le collaborazioni tra cacciatori e scienziati sono fruttuose e dovrebbero essere considerate una partnership standard per la conservazione della biodiversità. Il risultato è che molte delle specie di selvaggina sono tra le specie di fauna selvatica meglio studiate che abbiamo in Europa – afferma l’autore principale, Benjamin Cretois , con sede presso l’Università norvegese di scienza e tecnologia.


    In questo studio, Cretois e i suoi colleghi hanno studiato il contributo dei cacciatori al monitoraggio di cinque grandi gruppi di specie funzionali: “ungulati”, “grandi carnivori”, “uccelli acquatici”, “altri uccelli” e “piccolo gioco”. I risultati indicano che in 32 delle 36 contee europee esiste un monitoraggio basato sui cacciatori di almeno un gruppo di specie, il che sottolinea l’importante ruolo dei cacciatori nel processo di monitoraggio della biodiversità in Europa (vedi figura 1). Un ruolo che ora è riconosciuto dalla comunità scientifica.
    Pensiamo che la nostra recensione abbia rivelato solo la punta dell’iceberg perché gran parte dell’attività di monitoraggio condotta dai cacciatori non è facilmente accessibile agli scienziati. Speriamo che questo studio possa stimolare un impegno più ampio tra cacciatori e ricercatori, portando benefici ad entrambi! – afferma lo scienziato senior e coautore John Linnell presso il Norwegian Institute for Nature Research.


    Figura: monitoraggio basato sul cacciatore per paese e gruppo di specie (fonte: Cretois et al., 2020)



    Nel 2019, FACE ha prodotto un rapporto sul Manifesto sulla biodiversità incentrato sul contributo dei cacciatori al monitoraggio della biodiversità (vedi BDM 2018 ). Con oltre 300 progetti, questo rapporto ha mostrato con successo l’impegno dei cacciatori per la conservazione della biodiversità tramite ricerca / monitoraggio e siamo felici di vedere che questo rapporto è ora integrato e supportato da un articolo in una rivista scientifica. Quest’anno, FACE ha pubblicato un nuovo rapporto BDM , che mostra che il 52% delle 430 iniziative intraprese dai cacciatori per la conservazione della natura si è concentrato sulla ricerca / monitoraggio.

    https://www.face.eu/wp-content/uploa...eport-2019.pdf
      L'invio di commenti è disabilitato.

    Categorie

    Comprimi

    Tags

    Comprimi

    Ultimi Articoli

    Comprimi

    Sto operando...
    X