annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Caccia, Corte costituzionale da ragione alla Lombardia. Governo sconfitto

Comprimi
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  •  

  • Caccia, Corte costituzionale da ragione alla Lombardia. Governo sconfitto



    La Corte costituzionale con sentenza depositata il 27 dicembre ha rigettato in due punti su tre l’impugnativa per incostituzionalità promossa dal governo Conte contro i provvedimenti di semplificazione normativa in materia venatoria proposti dalla Regione Lombardia. La Corte ha respinto la richiesta di incostituzionalità in merito alle norme introdotte dal Consiglio regionale lombardo sul recupero della fauna ferita (che potrà avvenire entro i 200 metri dall’appostamento di caccia anziché i 100 metri precedenti) e sulla misurazione delle distanze degli appostamenti fissi di caccia dalle civili abitazioni che d’ora in avanti avverrà tenendo conto del profilo morfologico del terreno. È stata accolta invece la richiesta di incostituzionalità promossa dal governo in relazione alla modalità di segnatura dei capi abbattuti sul tesserino, che dovrà essere effettuata dopo l’avvenuto abbattimento e non alla raccolta del medesimo come chiedeva il legislatore lombardo.
    “Ora l’attività venatoria da appostamento in Lombardia potrà contare su maggiori certezze e minore burocrazia” ha dichiarato l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, rimarcando come le norme dichiarate legittime dalla Corte costituzionale “consentiranno di favorire il recupero della fauna selvatica abbattuta, senza per questo modificare il regime di caccia o ampliare l’attività venatoria, anche perché il recupero deve avvenire a fucile scarico e riposto. Grazie alla Regione Lombardia saranno salvaguardati i capanni di caccia esistenti con una lettura più accurata del territorio circa le distanze minime da osservare rispetto ad altri edifici. Spiace per la norma sul tesserino che avrebbe migliorato l’esercizio venatorio favorendo controlli più puntuali, ma sono soddisfatto perché viene respinto in gran parte il tentativo ideologico e centralista del governo di impedire alle Regioni di esercitare regolarmente la propria autonoma competenza legislativa in materia di caccia nell’ambito dei confini della normativa nazionale. Azione che continueremo a fare con coscienza e concretezza per garantire lo svolgimento di un’attività legittima e utile all’ambiente quando svolta nel rispetto delle regole”.

    • Franuliv
      #1
      Franuliv commentata
      Modifica di un commento
      Grazie Alberto!! Ogni tanto una buona notizia

    • giovannit.
      #2
      giovannit. commentata
      Modifica di un commento
      Un raggio di sole fra le nuvole nere....
    L'invio di commenti è disabilitato.

Categorie

Comprimi

Ultimi Articoli

Comprimi

  • Veneto. I cacciatori rinunciano a 300.000 euro per l'emergenza covid 19
    da Alberto 69


    I Presidenti delle Associazioni venatorie del Veneto, hanno appena comunicato alla Regione la decisione di rinunciare ai 300.000 € dei fondi regionali per le attività delle Associazioni Venatorie, in favore dell’emergenza sanitaria Covid-19.
    “Nell’attuale fase di gravissima emergenza sanitaria, che vede il pur eccellente sistema sanitario regionale sottoposto ad una pesante prova di tenuta, si pone l’esigenza di valorizzare ogni possibile forma di corresponsabilizzazione...
    20/03/20, 17:03
  • Fidc. Dalla lipu una proposta sconvolgente
    da Alberto 69



    Dal mondo animalista siamo abituati ad aspettarci veramente di tutto, ma anche la fantasia ha dei limiti.

    Mai ci saremmo aspettati che in un momento come questo, con tutto ciò che sta accadendo in Italia, veramente qualcuno potesse avere il coraggio, ma sarebbe meglio dire l’impudenza, di chiedere fondi allo Stato per sostenere le proprie attività messe in crisi, parole loro; dal ‘crollo di donazioni e raccolta fondi’. Dire che sono indignato, prima di...
    20/03/20, 16:51
  • Emergenza coronavirus: I cacciatori donano soldi la lipu li chiede
    da Alberto 69


    I danni gravissimi che il coronavirus sta producendo alle persone e all’economia si aggiungerà l’impatto di questa grande emergenza sulle associazioni ambientaliste e in generale sul Terzo settore, con il blocco delle attività, degli eventi e l’inevitabile crollo di donazioni e raccolta fondi. Lo dichiara la Lipu-BirdLife Italia sull’emergenza Covid-19.

    “Si pone un problema serio di liquidità delle organizzazioni del Terzo settore – dichiara Aldo Verner, presidente della...
    20/03/20, 16:46
  • Cct. Insieme per l’italia
    da Alberto 69


    Ci troviamo di fronte ad una situazione drammatica che deve essere affrontata con fermezza e coraggio anche dalla nostra categoria.Gli effetti della pandemia causata dal COVID 19 sono sotto gli occhi di tutti ed anche noi dobbiamo fare la nostra parte.

    Ci è molto caro il tema “dell’unità” a cui diamo un profondo valore simbolico e morale.
    Ebbene adesso, l’unita’, questo tema, questa causa, assume un significato ed un valore ancor più profondo che prescinde...
    13/03/20, 13:17
  • Lombardia. Coronavirus: I cacciatori hanno donato oltre 110 mila euro agli ospedali
    da Alberto 69


    I Cacciatori scendono in campo contro il coronavirus: le sezioni di Federcaccia Brescia e Bergamo hanno donato agli ospedali bresciani e bergamaschi complessivamente oltre 110 mila euro.
    In un momento di grande difficoltà per tutta l’Italia ed in particolare per queste due provincie, Federcaccia ha deciso di farsi trovare pronta per le realtà sanitarie messe a dura prova.

    Orgogliosi di essere Federcacciatori, uomini e anche donne vicini alla loro terra, parte...
    13/03/20, 12:42
  • ATC SV1. Addestramento cani su beccaccia
    da Alberto 69


    Si comunica che in base all’art.10 del Regolamento Regionale approvato con DGR n. 1118/2016 “Modalità per l’addestramento e l’allenamento dei cani da caccia e per le gare e prove cinofile ai sensi dell’art. 16 della L.R. 1° luglio 1994 n. 29″ è possibile effettuare l’addestramento dei cani da ferma e da cerca su beccaccia nel mese di marzo nelle aree boscate dell’Ambito Territoriale di Caccia Savona 1.

    Sarebbe opportuno e gradita la compilazione della Scheda di rilevamto...
    08/03/20, 13:12
Sto operando...
X