annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Umbria: Nuovo piano faunistico che salva le Preaperture 2019/20

Comprimi
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  •  

  • Umbria: Nuovo piano faunistico che salva le Preaperture 2019/20

    La Giunta regionale ha adottato questa mattina, su proposta dell’assessore Fernanda Cecchini, la proposta del nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale Umbro. Il nuovo documento consentirà di reintrodurre le preaperture nel Calendario venatorio 2019/20.

    In assenza di questo documento di programmazione, infatti, ogni variazione al Calendario venatorio sarebbe stata infatti a rischio di ricorso amministrativo da parte degli anticaccia, come avvenuto lo scorso anno.


    “Fondamentale per la programmazione e la gestione della fauna selvatica sul territorio regionale e per la regolamentazione dell’esercizio venatorio il nuovo Piano contiene importanti innovazioni rispetto al precedente, dovute prioritariamente al riassorbimento a livello regionale, avvenuto alla fine del 2015, delle funzioni in materia faunistico-venatoria precedentemente delegate alle Province. Il lavoro principale svolto nella fase di predisposizione e redazione del nuovo PFVR è stato quello di implementare e riunificare i temi precedentemente di competenza dei piani Faunistici venatori provinciali in quello regionale”.

    In allegato al nuovo PFVR vi è anche un’accurata e approfondita relazione sullo status della fauna selvatica nella regione, con le relative cartografie di vocazionalità ambientale, redatte sulla base delle attività dell’Osservatorio Faunistico. Questa preziosa e importante documentazione scientifica è stata il supporto per tutte le analisi di idoneità e qualità ambientale su cui è stata sviluppata la pianificazione territoriale. Un ulteriore e rilevante approfondimento – ha sottolineato l’assessore Cecchini – è stato inoltre condotto a livello degli indirizzi gestionali propri del PFVR con particolare riguardo a: attività di ripopolamento, controllo e prevenzione dei danni causati dalla fauna selvatica, individuazione ambiti di gestione faunistico venatoria.

    Il via libera non è però ancora definitivo e le preaperture (così come le altre modifiche al calendario da reintrodurre) non sono dunque certe. La proposta infatti ora sarà inviata al Consiglio Regionale per la definitiva approvazione, che darà l’avvio alle rinnovate modalità di gestione della pianificazione faunistico venatoria, per assicurare maggiore uniformità su tutto il territorio regionale.
      L'invio di commenti è disabilitato.

    Categorie

    Comprimi

    Ultimi Articoli

    Comprimi

    Sto operando...
    X