annuncio

Comprimi

COMUNICAZIONE IMPORTANTE:

A seguito di un errore o di un virus che assilla il forum da qualche giorno, abbiamo preso la drastica decisione di ripristinare un backup del database aggiornato al 15 febbraio. Questo nel tentativo di ripristinare un installazione sicuramente funzionante. Purtroppo questa operazione comporta la perdita di tutti i thread e delle nuove registrazioni degli utenti, nonche i vari aggiornamenti caricati nel periodo 16-22 febbraio 2021.

Nota per i nuovi utenti: Come indicato sopra i nuovi utenti registrati in questo periodo dovranno ripetere la registrazione del loro account

Confido nella vostra comprensione

In caso di problematiche, aiuti o segnalazioni potete scrivere sul thread apposito.
https://www.migratoria.it/forum/foru...-una-settimana
Visualizza altro
Visualizza di meno

ANLC Umbria presenta una proposta al calendario venatorio 2018/2019

Comprimi
X
Comprimi
  •  

  • ANLC Umbria presenta una proposta al calendario venatorio 2018/2019

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.Â*  Nome:   anlc umbria.jpgÂ* Visite: 1Â* Dimensione: 9.1 KBÂ* ID: 1814050

    PERUGIA – La Libera Caccia dell’Umbria (Anlc Umbria) ha presentato un’articolata proposta di integrazione alla bozza del Calendario venatorio 2018/19 elaborata dalla Regione Umbria.

    Tra i contributi più rilevanti, la Libera Caccia chiede l’inserimento in deroga tra le specie cacciabili di tortora dal collare, piccione, piccione selvatico e storno. Si tratta di specie molto dannose per l’agricoltura e che per questo risultano già cacciabili dagli agricoltori che subiscono danni. Sull’esempio di quanto già avviene nelle regioni limitrofe, dove queste specie sono inserite in deroga nei Calendari venatori come cacciabili, la Libera Caccia ritiene che anche in Umbria si possa introdurre questa novità, dando così un contributo alla tutela delle colture.

    Si propone inoltre di poter cacciare la quaglia nei tempi adeguati, a differenza di quanto, di fatto, avviene attualmente.

    Rispetto agli orari, si chiede l’allungamento dell’attività venatoria dall’alba al tramonto, togliendo anche gli attuali limiti all’addestramento dei cani.

    La Libera Caccia ha anche avanzato proposte per migliorare la gestione delle zone di ripopolamento e cattura della selvaggina.

    A seguito delle richieste avanzate da numerosi cacciatori, sono state anche avanzate proposte relativamente alla regolamentazione degli appostamenti fissi senza richiami.

    Queste ed altre proposte sono state formulate alla luce dello studio effettuato dagli esperti nazionali della Libera Caccia, coordinati dall’umbro Luca Stincardini.

    La segreteria regionale Anlc Umbria ritiene che tali proposte possano essere un valido contributo per migliorare la bozza del Calendario venatorio dell’Umbria, rimanendo a disposizione per un confronto costruttivo già dalla prossima seduta della Consulta regionale venatoria.

    fonte http://www.umbriadomani.it/politica-...ndario-192859/
      L'invio di commenti è disabilitato.

    Categorie

    Comprimi

    Tags

    Comprimi

    Ultimi Articoli

    Comprimi

    • Confucio, i “parassiti” ed i massacri infiniti
      da Alberto 69


      *di Antonio BUONO

      “Dai un pesce ad un uomo e lo nutrirai per un giorno.

      Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita”.

      E’ un proverbio Cinese (Confucio) che piace molto in America, laddove è ancora forte la convinzione che per “farcela” sia sufficiente avere l’istruzione e la volontà.
      A quanto pare, l’insegnamento si direbbe valido ed al tempo stesso, dovrebbe essere lo strumento con cui la società potrebbe riscattare...
      23/02/21, 20:13
    • Italcaccia. Tordi, perché ce ne sono di meno?
      da Alberto 69
      Il passaggio annuale dei tordi verso la Penisola è generalmente in diminuzione.


      Una volta terminata la stagione dei tordi abbiamo avuto e tenendo conto dei commenti dei cacciatori ; in generale, la loro presenza è stata meno numerosa rispetto alle passate stagioni. Principalmente, il tempo non ha favorito il loro ingresso migratoria nella penisola.

      Tuttavia, a livello nazionale, registra una graduale riduzione del Tordo Bottaccio. Molti luoghi di caccia che qualche...
      23/02/21, 19:01
    • Emilia Romagna: Maffei.....
      da Alberto 69
      ......il mondo venatorio non crede alle sirene dei politici “mimetizzati” da cacciatori



      Il mondo venatorio non crede alle sirene dei politici “mimetizzati” da cacciatori. Fa bene.

      Ormai è chiaro a tutti, salvo chi non vuole vedere, che i referendum di cui si parla nulla hanno a che vedere con il mondo ambientalista. Anche quello animalista contrasta l’attuale provocazione referendaria purtroppo farà comodo in futuro ad altri personaggi alla ricerca...
      23/02/21, 18:50
    • Cabina di regia del mondo venatorio: Proposta di referendum iniziativa insostenibile
      da Alberto 69


      Il mondo venatorio rappresentato dalle Associazioni Riconosciute (Federazione Italiana della Caccia, Associazione Nazionale Libera Caccia, Enalcaccia, Arcicaccia, ANUUMigratoristi, Italcaccia, Ente Produttori Selvaggina) e dal CNCN-Comitato Nazionale Caccia e Natura, dopo i primi contatti fra le diverse presidenze avuti nell’immediatezza della notizia della presentazione di un quesito referendario volto all’abrogazione totale della legge 11 febbraio 1992, n.157 “Norme per la...
      23/02/21, 18:40
    • Scellerati!
      da Alberto 69


      di Antonio BUONO *

      La CONFEDERAZIONE non è un opzione, tantomeno una scelta, è un dovere. Le associazioni venatorie tutte, devono sedersi immediatamente ad un tavolo e trovare il modo più intelligente per “fondersi”, il tempo sta per scadere.
      Se non si crea ciò che è assolutamente necessario, una “confederazione” di tutte le AAVV, loro stesse imploderanno perché avranno definitivamente buttato in un fossato tutti i cacciatori.
      Per combattere un...
      14/02/21, 10:33
    • Anuu. Comunicare, comunicare, comunicare
      da Alberto 69
      Il fondamentalismo animalista non si smentisce mai.


      Mentre il nostro Paese, come il resto del mondo, è alle prese con la più grave crisi sanitaria, sociale ed economica della storia, almeno di quella recente, c’è ancora qualcuno che pensa ad abolire la caccia raccogliendo le firme necessarie per indire un nuovo referendum abrogativo.
      L’estremismo animalista rende ciechi e pericolosi (in tutti i sensi).

      In questo caso il pericolo non è “fisico”, come quello...
      12/02/21, 19:43
    Sto operando...
    X