• La tua armeria sul Web..

 

 

Nome comune: Pernice di mare

Nome scientifico: Glareola pratincola

Ordine: Caradriformi

Famiglia: Glareolidi

Classe: Uccelli

 

   

 

 

CARATTERISTICHE

Uccello di piccole dimensioni (22-25 cm., 70-90 g.), possiede una struttura corporea molto

slanciata, il becco corto e lievemente ricurvo all’ingiù e le zampe molto corte; presenta il dorso di

colore marrone, il ventre è chiaro, le zampe e la coda sono nere, la gola ed il petto color crema e

delimitati da un collare nero che parte da sotto l’occhio; quando è in volo ha l’aspetto di una grande

rondine, le ali sono lunghe e sottili ed inferiormente di colore rossiccio-bruno, il groppone è bianco

e la coda forcuta.

I suoi richiami consistono in una serie di striduli e secchi cinguettii e chiacchierii simili a quelli

delle sterne e anche degli acuti “ki-ik”.

 

 

 

HABITAT

Frequenta soprattutto le paludi e le lagune situate lungo i litorali marini, gli ambienti aperti e

piatti dove il fango si è seccato, le spiagge e le rive dei fiumi, ma è possibile incontrarla anche nelle

zone coltivate.

 

 

 

ALIMENTAZIONE

 

Il suo cibo preferito è costituito da insetti che cattura quando è in volo.

Soprattutto nelle ore vicine al crepuscolo volteggia a caccia di insetti; si ciba anche delle loro larve e di anellidi.

 

 

 

 

RIPRODUZIONE

Costruisce il nido in una piccola cavità nel terreno o nel fango, fra la bassa vegetazione salmastra, senza rivestirlo. La deposizione avviene da maggio a giugno e la cova viene condotta da entrambi i genitori. Depone di solito 2-3 uova di colore variabile dal fulvo al grigio pietra al verdastro, con macchie bruno-nerastre. Dopo 22 giorni dalla schiusa i giovani sono indipendenti. 

 

 

 

AREALE DI DISTRIBUZIONE

è una specie diffusa, ma estremamente localizzata, in tutti i paesi che si

affacciano sul Mediterraneo, nei paesi balcanici ed in Russia; i siti di svernamento sono localizzati

nell’Africa subsahariana, anche se alcuni individui possono svernare nell’Africa settentrionale; in

Italia è una specie presente durante le migrazioni ed in estate irregolarmente e non tutti gli anni; i

siti di nidificazione sono estremamente localizzati e occupati saltuariamente; si stima che le coppie

nidificanti siano tra le 30 e 90, e di queste la metà è localizzata in Sardegna e Sicilia (Saline di

Trapani e Biviere di Gela).

 

Assegna un voto ai contenuti di questo articolo.
[Voti: 0 Media (1-5): 0



Social profiles
Chiudi
EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRomanianRussianSpanish


CIAO AMICO CACCIATORE

Se pensi che la conoscenza che Migratoria.it ti da, valga il prezzo di un caffè, per favore fai una donazione, ci vuole solo un minuto. Cosi facendo dimostrerai allo staff che il loro lavoro conta. Solo una piccola parte dei nostri utenti dona ed è grazie a loro che migratoria.it può rimanere libera e gratuita in rete. Se sei una di quelle straordinarie persone che hanno già donato, ti ringraziamo di cuore.

Se sei iscritto al forum clicca qui per donare altrimenti clicca sul pulsante paypal qui sopra




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.