18 Aprile 2022

 

Classe: Aves

Sottoclasse: Neornithes

Ordine: Charadriiformes

Sottordine: Charadrii

Famiglia: Scolopacidae

Genere: Tringa

Specie: Tringa nebularia

 

 

DESCRIZIONE

La Pantana è uno scolopacide di medie dimensioni immediatamente riconoscibile per il lungo becco rivolto leggermente all’insù e per il colore verdastro delle zampe e dei piedi; altro carattere distintivo è il generale colore grigiastro della parte superiore, mentre, in volo, spicca il groppone bianco e lo specchio alare privo di fascia bianca. Quando si invola allarmata, emette un chiaro “ tiu-tiu-tiu”, meno musicale del verso emesso dalla pettegola.

Il corpo è robusto ma piuttosto allungato, il collo è lungo ma appare nerboruto quanto basta a sorreggere una testa squadrata di medie dimensioni ed un lungo becco (leggermente arcuato verso l’alto), spesso alla base e dalla punta smussata. Possiede, inoltre, zampe molto lunghe (specialmente il tarso) e ben proporzionate, né troppo robuste, né eccessivamente sottili.

In volo la Pantana possiede una coda bianca pesantemente barrata di nero, il ‘triangolo bianco’ sul dorso molto esteso ed appuntito e le ali bruno scuro che, in combinazione con la testa chiara, quasi biancastra, contribuiscono a rendere il suo aspetto, in volo, diagnostico.

 

 

 

HABITAT

Si riproduce in brughiere aperte o foreste, durante la migrazione la si può incontrare presso rive di laghi, stagni, paludi, lagune o estuari, raramente sulle coste del mare; in questo periodo la si scorge prevalentemente in piccoli branchi (7-15 individui). La pantana nidifica in tutta l’Eurasia settentrionale, in inverno migra a sud sino al Ceylon ed alla Nuova Zelanda.
In Italia è specie parzialmente svernante e di doppio passo, da fine agosto a tutto settembre, e da metà marzo a fine aprile.

 

ALIMENTAZIONE

Prevalentemente invertebrati acquatici, ma anche piccoli pesci e anfibi. 

 

RIPRODUZIONE

Il nido è costruito a terra e consiste in una piccola depressione foderata con materiale vegetale disponibile nei dintorni. Vengono deposte in genere 4 uova incubate dalla femmina; i piccoli vengono allevati da entrambi i genitori. 

DISTRIBUZIONE

la Pantana nidifica più a sud dell’Eurasia, attraverso una vastissima fascia che dalla Scandinavia arriva alle coste del Pacifico, utilizzando ambienti meno estremi, più alberati, di taiga o brughiera arbustiva.




Close

SEI ISCRITTO AL  FORUM?

Attiva gratuitamente il tuo “Account Premium”  CLICCA QUI