• La tua armeria sul Web..

Specie » Cacciabili » Folaga

Nome scientifico
Fulica atra

Classe
Uccelli

Ordine
Gruiformi

Descrizione        
La Folaga ha dimensioni medie, becco compresso e appuntito con alla base uno scudo carnoso a forma di placca frontale, coda breve e arrotondata, piedi flessolobati. Il piumaggio in entrambi i sessi è completamente nero lavagna con becco e placca frontale bianchi, zampe verdastre. I pulcini hanno il capo, ad eccezione del vertice, rossiccio e il resto del corpo bruno. In volo è ben riconoscibile per il colore bianco del becco e della placca frontale, che contrasta con quello nero della livrea; sono pure evidenti uno stretto margine bianco sulle remiganti secondarie e le zampe che sporgono considerevolmente dalla coda. Lunghezza cm 36-45, peso gr 530-1.000.

Abitudini
Conduce vita gregaria in grossi branchi anche assieme ad anatre, eccetto che durante la stagione riproduttiva. Nuota e si tuffa con grande abilità ed è capace di restare immersa alla ricerca del cibo fino ad un minuto. Quando nuota si riconosce con facilità, pur se distante, per il fatto che scuote la piccola testa. Sul terreno cammina in maniera goffa ed incerta. Possiede un volo lento e pesante, che diviene più celere quando prende quota; per alzarsi in volo deve correre piuttosto a lungo sulla superficie dell’acqua. Ama rimanere al riparo tra la fitta vegetazione rivierasca, specialmente nelle ore diurne.

 

Alimentazione
Si ciba in prevalenza di piante acquatiche e loro semi, uova di pesci, insetti e loro larve, piccoli molluschi e crostacei.

Riproduzione
La stagione riproduttiva inizia in marzo. Il nido, spesso galleggiante sull’acqua in prossimità delle rive e più o meno saldamente ancorato alle canne o all’alta vegetazione acquatica, è costruito sia dal maschio che dalla femmina utilizzando canne, giunchi, tifa ed altro materiale vegetale. Nel voluminoso nido la femmina depone da 6 a 9 uova, che vengono covate anche dal maschio per circa 22-24 giorni. I pulcini sono in grado di lasciare il nido dopo 3-4 giorni dalla nascita e vi fanno ritorno durante la notte; fino ad un mese di età sono accuditi dalla femmina e nutriti dal maschio ed a circa due mesi si rendono indipendenti. Depone in genere due volte all’anno e talvolta tre.

Habitat e Area di Distribuzione
Frequenta specchi d’acqua interni e costieri con sponde ricoperte di vegetazione; durante l’inverno è presente pure nelle lagune salmastre e negli estuari con acque poco profonde. Specie ampiamente distribuita come nidificante nell’intera regione euro-asiatica, oltre che in parte dell’Indonesia ed in Australia. Le popolazioni delle zone temperate sono residenti, mentre quelle nordiche migrano nei quartieri di svernamento che, per i contingenti nidificanti nell’Europa continentale, interessano i paesi intorno al bacino del Mediterraneo, il Nord Africa e, più scarsamente, la valle del Nilo e l’Etiopia. In Italia è stazionaria e nidificante. Le popolazioni migratrici sono di passo e svernanti da fine settembre a marzo.

Caccia
Di attesa da appostamento e vagante con o senza il cane, utilizzando cartucce caricate con pallini del nn. 7, 6 e 5.

Dalla terza domenica di settembre al 31 gennaio.

Assegna un voto ai contenuti di questo articolo.
[Voti: 2 Media (1-5): 2



Social profiles
Chiudi
EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRomanianRussianSpanish


CIAO AMICO CACCIATORE

Se pensi che la conoscenza che Migratoria.it ti da, valga il prezzo di un caffè, per favore fai una donazione, ci vuole solo un minuto. Cosi facendo dimostrerai allo staff che il loro lavoro conta. Solo una piccola parte dei nostri utenti dona ed è grazie a loro che migratoria.it può rimanere libera e gratuita in rete. Se sei una di quelle straordinarie persone che hanno già donato, ti ringraziamo di cuore.

Se sei iscritto al forum clicca qui per donare altrimenti clicca sul pulsante paypal qui sopra




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.