0 0
Tempo di lettura stimato:2 Minuti
di Antonio BUONO*
Che la pubblicità sia l’anima del commercio, non vi è alcun dubbio, farla però a danno di altri non è affatto una bella cosa.
A molti potrà sembrare assurdo, ma oggi, tutto ciò che è “mercato” è in relazione alla pubblicità attraverso la quale s’intende accrescere le proprietà del prodotto che si vuole mettere in vendita.
Che quest’ultimo piaccia o meno ha poca importanza, parlandone non si fa altro che stimolarne la curiosità.
Cliccando sul prodotto per capire di cosa si tratti, implicitamente si sostengono le ragioni di chi ha proposto “l’offerta”.
Per meglio chiarire il concetto, quando inventarono la coca cola, non ebbe molta importanza che ne parlassero bene o male, di certo ne parlarono tanto che oggi la bevono tutti, che poi faccia bene o male…è un discorso relativo!
E da qui, il mio pensiero va a coloro i quali a spese di una categoria irreprensibile sotto qualsiasi punto di vista, quella dei cacciatori, hanno costruito un’incredibile fortuna politica ed economica.
Gente molto furba che non ha mai fatto nulla nella vita, poiché null’altro sapeva fare, eppure, grazie alla “vendita” dei seguaci di Diana, un “prodotto” che non smette mai di essere “trendy”, questa gente è stata capace di realizzare la propria fortuna e quella dei tanti “compagni di merende”, null’altro che servi sciocchi al servizio del politicante di turno.
Quanto sopra messo in chiaro, ha assunto una dimensione sublimale nell’attimo in cui qualche “mente eccelsa”, si è accorta che i pallini da caccia inquinano.
Certo, da cacciatore non è facile dissentire da quella che “potrebbe” essere una sacrosanta verità, ma il pensiero va oltre e la domanda sorge spontanea: se l’inquinamento da pallini di piombo è una cosa talmente seria da meritare particolare attenzione, questa gente è proprio certa di vivere su questo pianeta?
Da qualche giorno, non molto lontano da noi c’è una guerra in corso e a nessuno mai verrebbe in mente di preoccuparsi di quanto piombo verrà versato sul suolo terrestre da qui a breve, tantomeno di porre sanzioni simili a quelle già messe in atto, che fanno il solletico a Putin e che sanno tanto di buffonata.
Ai margini di questo dramma mondiale inaspettato, restano fiumi e mari invasi da liquami e da plastiche di ogni genere, ovunque pesticidi che arrivano quotidianamente sulle nostre tavole assieme a lacrime e dolori immani, l’aria è sempre più irrespirabile, l’intero pianeta ridotto ad una porcilaia ed il problema qual è? …la caccia!
Complimenti, vedere l’ago nel pagliaio non è da tutti, ma è proprio in questa spudorata realtà che il pagliaio mette in luce la macroscopica essenza di un vero CRIMINALE!
Potrei allungare il discorso all’infinito, questa volta però, per la gioia dei tanti che si “scocciano” di leggere, la giro alla Totò…
“e ho detto tutto”.
*cacciatore a vita
Coordinatore MSE Ischua
Portavoce Nazionale MSE

Regole di inserimento e pubblicazione dei contenuti su questa pagina

Nota informativa

 

A differenza di una Rivista cartacea oppure Online, Migratoria.it in qualita di Blog, consente a tutti gli utenti la pubblicazione anticipata dei contenuti e dei commenti in tempo reale senza preventiva coda di moderazione. In base all' art. 70 l. 633/41 e consentito utilizzare a scopo di studio, discussione, documentazione o insegnamento, il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o parti di opere letterarie purchè vengano citati l'autore e la fonte, e non si agisca mai a scopo di lucro. E' fatto divieto pubblicare dati personali oppure fotografie di terze parti senza preventivo consenso dell' autore. Migratoria.it effettua controlli nei contenuti delle pagine, solamente dopo la pubblicazione degli stessi da parte degli utenti, pertanto gli autori di questo sito e i moderatori preposti si riservano in un secondo tempo, il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi contenuto che violi il diritto di terzi, oppure che sia ritenuto inopportuno o non conforme senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo. Migratoria.it e i suoi autori non possono in alcun modo essere ritenuti responsabili per il contenuto inopportuno/ illecito/diffamatorio degli articoli o dei commenti pubblicati dagli utenti che utilizzano il Blog/Forum inquanto questi ultimi gli unici responsabili essendo perfettamente in grado di aprire, cancellare, modificare, pubblicare autonomamente un articolo, una pagina, un commento. Nel caso venga riscontrato materiale inappropriato, commenti offensivi, spam, violazioni del copyright, link interrotti e possibile segnalare il contenuto di questa pagina inviando un email all' indirizzo: [email protected] oppure utilizzando l'apposito link situato a pè pagina.




Articolo Successivo WEBINAR CCT: GESTIONE DELLA TORTORA E KEY CONCEPT
Articolo successivo APPROVATO IL PIANO NAZIONALE DI GESTIONE DELLA TORTORA
Close

SEI ISCRITTO AL  FORUM?

Attiva gratuitamente il tuo “Account Premium”  CLICCA QUI
 

Area riservata