La mattina prima dopo aver fatto una clamorosa padella ad un cinghiale a 70 metri avevo deciso di non riusare la .300 WM fino a quando non l'avessi verificata in poligono.
Finito il sopralluogo e accertato che trattavasi di padella senza ombra di dubbio ho proposto a Renzo, che mi accompagnava, di andare a verificare l'appostamento che ci era toccato per il cervo. Arrivati sul posto troviamo una ripida tagliata con le foglie di castagno brucate fino a quasi due metri di altezza.
Mi prende la solita frenesia, nanche fossi un bambino.
Verifichiamo il punto dove appostarsi con maggiore visibilità e minore disturbo e poi decido di uscire con il fucile la sera dopo, esorto Renzo ad accompagnarmi, lui non è abilitato alla caccia di selezione ma viene sempre volentieri con il binocolo. In mattinata però mi manda un messaggio che non può venire, così telefono a Vladi che mi aveva detto sarebbe venuto volentieri.
Sarà Ste la bella in .270 ad accompagnarmi stasera.
All'ora fissata passo a prendere l'amico, andiamo nella zona dove cacciamo i cinghiali in battuta e per quanto sperduta la zona la conosciamo entrambi. Arriviamo e mi piazzo, Vladi decide di andare più avanti per vedere l'altro versante della tagliata. Anche lui è abilitato ed è venuto con il fucile.
Inizia l'attesa. Due caprioli, una femmina e un piccolo mi tengono compagnia durante l'attesa. La sera inizia a stendere il suo velo, nel bosco il buio non tarda a prendere il sopravvento, molto prima che nelle zone aperte.
Ormai la tagliata offre solo ombre al binocolo.
Mi sembra di sentire qualche passo sommesso.
Una sagoma scura si evidenzia. Ci metto qualche attimo per capire che è un animale, non ci sono palchi, è una femmina, non è enorme come mi aspettavo ma non ha la sagoma che ben conosco del daino. Il reticolo con il punto rosso acceso al minimo cerca la spalla e parte il canto della .270.
L'animale parte a razzo ma quasi subito il rumore che produce non è della corsa ma delle gambe che scalciano nella ramaglia.
Al buio la troviamo con qualche difficoltà, è una cerva sottile che segnerà 90 kg di peso.
Sono al settimo cielo e contento di Ste la bella che ha fatto un ottimo lavoro.

Saluti

Claudio - siena