Get Adobe Flash player
Porcini a gogo
B&B a Casarano nel cuore del Salento

Tordo Bottaccio

 

Ordine: Passeriformi

Famiglia: Turdidi

Genere: Turdus

Specie: philomelos

 

DESCRIZIONE

Il tordo bottaccio è un bellissimo turdide di circa 23 cm di lunghezza. Presenta una colorazione del piumaggio abbastanza varia, infatti la parte superiore del corpo è di colore scuro, la gola color crema con piccole e rare macchie castane, mentre il ventre è di colore bianco-grigiastro con macchie ovali brune sul petto e fianchi. I due sessi non presentano nessun dimorfismo sessuale e pertanto, fatta eccezione per il canto, non è possibile distinguere,dal solo piumaggio, il maschio dalla femmina. Il canto di questo uccello è molto apprezzato in quanto molto sonoro, anche se rispetto a quello del merlo è meno vario.

 

 

HABITAT

Boschi di conifere, campagne coltivate a frutteti, giardini, piazze alberate, oliveti, macchie vigneti, macchia mediterranea

 

ALIMENTAZIONE:

L’alimentazione è costituita essenzialmente da insetti di vario tipo, ghiande, piccoli semi e frutta di cui è molto goloso e per questo motivo si spinge in pianura e arriva fino in città.

 

 

RIPRODUZIONE

Il periodo riproduttivo ha inizio verso Aprile, quando il clima incomincia a diventare più mite, ma la costruzione del nido, che è opera della femmina, avviene prima verso Marzo. Il nido è generalmente posto tra i cespugli o sugli alberi a poca distanza dal suolo ed è realizzato, esternamente, con ramoscelli, muschio, licheni ed erba, mentre l’interno è intonacato con malta frammista e legno bagnato, cementificato con la saliva e lisciato con il petto. La femmina vi depone 4-5 uova di colore bluastro macchiettate di scuro, che cova da sola. Durante la cova la femmina non viene aiutata dal maschio e quindi molto spesso è costretta ad abbandonare il nido e le uova per alimentarsi. Alla schiusa delle uova, entrambi i genitori uniscono le proprie forze per allevare la prole.

 

MIGRAZIONE

Il Tordo Bottaccio vive soprattutto in Europa del nord, in Asia e in alcune regioni dell’Africa. In Italia è un uccello di passo invernale, ma non disdegna nidificare sulle cime delle nostre montagne, come ad esempio le Alpi o l’Appennino centrale. Verso l’inizio dell’autunno arrivano stormi numerosissimi di questi uccelli, per svernare nella nostra penisola soprattutto nell’Italia meridionale e tra le campagne della maremma toscana.

 

 

 

http://www.colvini.com
EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRomanianRussianSpanish
COMUNICATI STAMPA
I nostri sponsor..
OMV sono prodotti MADE IN ITALY


Thumbnails
Slideshow
Carica foto
Ti piace questo sito?
Sondaggio del giorno

Presenza di colombacci stanziali in settembre nel tuo A.t.c

View Results

Loading ... Loading ...
I nostri sponsor..
www.migratoria.it